Welcome Mr Gazidis. Parte il progetto di rinascita Milan

Direttore di MilanNews.it, corrispondente sul Milan per RMC SPORT. Collabora con il "Corriere dello Sport" e Tuttomercatoweb. Ha collaborato con Sportitalia e INFRONT.
05.12.2018 00:00 di Antonio Vitiello Twitter:    Vedi letture
Welcome Mr Gazidis. Parte il progetto di rinascita Milan

Il Milan da oggi avrà un nuovo amministratore delegato. Ivan Gazidis stamattina sarà ufficializzato come A.D della società durante l’assemblea dei soci, e formalmente inizierà la sua avventura a capo del club. Il manager sudafricano sta già lavorando sottotraccia da un mese, e da quando è sbarcato in Italia per prendere contatto con la realtà milanese, sta cercando di coinvolgere tutte le aree. Lo descrivono cordiale ma determinato, voglioso di apprendere la cultura del nostro Paese e soprattutto imparare velocemente la lingua italiana per poter comunicare meglio all’interno della società. Gazidis porterà al Milan esperienza internazionale a livello manageriale, con l’obiettivo di risollevare il club dal punto di vista finanziario ed economico, fermo ormai da troppi anni. Il fondo Elliott lo ha strappato all’Arsenal per riportare in alto il brand Milan, per cercare di intavolare trattative milionarie con nuovi sponsor e puntare a maggiori ricavi. La crescita finanziaria del club camminerà di pari passo con quella sportiva. Più il Milan si rinforzerà economicamente e più la rosa potrà migliorare, soprattutto in sede di calciomercato con investimenti notevoli, tutto ovviamente nel rispetto dei canoni del Fair Play Finanziario.  C’è grande attesa per capire le strategie commerciali del manager nato a Johannesburg, e nelle prossime settimane non escludiamo l’arrivo di nuovi e importanti sponsor, mentre si punterà a rinnovare con adeguamento verso l’alto con quelli già esistenti.

Tra l’altro la scelta di puntare su Gazidis è importante anche dal punto di vista politico, perché l’ex vice commissario della MLS è un volto conosciuto ai piani alti dell’Uefa, e il Milan così potrà tornare ad avere peso specifico dove vengono prese le decisioni sul calcio europeo. Fa parte del consiglio direttivo dell’Eca e del comitato esecutivo dell’UEFA, insomma un curriculum di tutto rispetto, e la sua influenza potrebbe arrivare addirittura nelle trattative di mercato. Il ruolo più importante in questo caso è ricoperto da Leonardo, il diretto generale, ma l’uomo dei conti e delle finanze dovrà indubbiamente influire sul budget destinato agli investimenti sui giocatori.

C’è chi è pronto a scommettere che Gazidis possa avere un ruolo importante anche nella trattativa Fabregas che il Milan sta portando avanti da un mese. I contatti con l’entourage dello spagnolo sono molto frequenti, perché il Milan l’ha messo in cima alla lista degli acquisti. Gazidis ha conosciuto Fabregas ai tempi dell’Arsenal e potrebbe condizionare la trattativa facendo capire a Cesc l’importanza del progetto rossonero. Il Milan vuole tornare su grandi livelli e per farlo servono atleti esperti, giocatori che hanno tante presenze in Europa, e che possano pesare subito sull’andamento in campionato. Per Fabregas pronto un contratto di 2 anni e mezzo a meno di cinque milioni, mentre al Chelsea ne prende 9 ma è in scadenza tra sei mesi. Il nodo comunque resta l’indennizzo da versare ai Blues, e in questo senso il Milan non vorrebbe andare oltre i tre milioni per un giocatore destinato a lasciare il Chelsea a giugno. La trattativa prosegue e l’idea di inserire anche Bakayoko nell’affare potrebbe sbloccare tutto. Il Milan potrebbe assicurare il diritto di riscatto a 35 mln al Chelsea ma nel pacchetto spera di inserire anche Fabregas. I rapporti tra le due società sono buoni, come dimostra l’operazione Bakayoko in estate, e a gennaio tutti si aspettano che la collaborazione continui con un altro importante affare.