Gattuso a Sky: "Donnarumma non ha sbagliato nulla, in estate qualcuno arriverà ma cambieremo poco"

 di Matteo Calcagni Twitter:   articolo letto 61261 volte
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Gattuso a Sky: "Donnarumma non ha sbagliato nulla, in estate qualcuno arriverà ma cambieremo poco"

Rino Gattuso è stato intervistato da Sky Sport nel postpartita di San Siro.

Sulla gara: "Dobbiamo essere soddisfatti per l'interpretazione della partita, quello che mi è piaciuto di più è la personalità. E' una partita che ci deve servire per alzare l'asticella. A livello offensivo possiamo fare molto meglio, ma i giocatori hanno concesso poco al Napoli, c'è da essere orgogliosi, è merito per i ragazzi".

Sulla parata di Donnarumma: "Per diventare un grandissimo portiere non deve pensare alla parata, ma come interpreta il ruolo del portiere. Oggi ha fatto una grandissima partita con i piedi. La parata è una cosa che ha. Oggi ha dato grande serenità al reparto, non ha sbagliato nulla, sono contento perché ha fatto una grande prestazione anche con i piedi".

Sull'obiettivo: "Dobbiamo continuare il nostro percorso, abbiamo ragazzi giovani, siamo partiti male, abbiamo persi punti per strada. Nelle ultime quattro partite a parte il Sassuolo abbiamo giocato con Juventus, Inter e Napoli. Abbiamo larghi margini di miglioramento, queste partite danno una grande mentalità, la coperta a volte è corta. Arrivare in Champions è molto difficile, pensiamo a battagliare per l'Europa League, poi c'è la finale di Coppa Italia, dobbiamo arrivarci nella miglior maniera possibile".

Sulla tattica di partire dal basso: "Col Napoli bisogna farli correre, quando ti rubano palla bisogna farsi il segno della croce. Dandogli il pallino del gioco prima o poi il gol lo prendi. Partendo da basso ogni tanto si sente un brutto odore in panchina, è vero, ma il calcio è cambiato. I giocatori hanno caratteristiche ben precise, preferisco prendere qualche rischio in più ma creare gioco dal basso".

Sul finale: "Oggi avevo pensato a giocare con due attaccanti negli ultimi minuti, ma loro avevano due linee da quattro. Quando giochi contro grandi squadre devi capire cosa gli puoi concedere e a volte li devi aspettare. Con due attaccanti gli avrei aperto troppe linee di passaggio".

Sul futuro: "Bisogna avere una base aerobica e fisica per lavorare bene. Qualcuno arriverà ma la squadra cambierà poco. Kessie porta la croce ma canta pure. Per fare un certo tipo di calcio bisogna prepararsi bene e fare bene le cose".

Su Reina: "Quando arriverà e se arriverà lo accoglieremo a braccia aperte. Donnarumma ha tutto per diventare il più forte al mondo, deve interpretare il ruolo in maniera perfetta, moderna. Ha tutte le potenzialità per farlo".