Krunic a Sky: "Avevo tante offerte, ma il Milan è qualcosa di diverso. Bennacer è pronto per il grande salto"

19.07.2019 14:29 di Enrico Ferrazzi Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Krunic a Sky: "Avevo tante offerte, ma il Milan è qualcosa di diverso. Bennacer è pronto per il grande salto"

Rade Krunic, subito dopo la conferenza stampa di presentazione, ha rilasciato queste parole ai microfoni di Sky:

Sul numero 33: "Lo avevo anche all'Empoli, è un numero che mi piace da sempre. Ho visto che Caldara ha cambiato numero e quindi l'ho preso".

Sull'arrivo al Milan: "Sapevo dell'interesse del Milan, anche Andreazzoli mi diceva che il Milan mi seguiva. Io ero contento, ne ho parlato anche il mio agente. Avevo tante offerte, ma il Milan è qualcosa di diverso".

Sui modelli: "De Bruyne non è il mio idolo, ma come caratteristiche assomiglio a lui. I miei idoli erano Kakà, Fabregas e Ronaldinho. Non credo di assomigliare ad Hamsik".

Su Giampaolo: "Il mister riuscirà a fare bene anche qui, anzi può fare anche meglio perchè i giocatori sono più forti. Con il suo stile di gioco possiamo fare grandi cose e riportare il Milan in Champions".

Su Bennacer: "Quando è arrivato all'Empoli, avevo visto subito che era forte, ma negli ultimi due anni è cresciuto tantissimo. Da regista ha fatto benissimo nell'ultima stagione. Lui ha qualcosa di più e di diverso che altri non hanno. E' pronto per il grande salto".

Sull'anno all'Empoli con Giampaolo: "Ho esordito con Giampaolo contro il Sassuolo e ho giocato trequartista. Il primo gol è arrivato alla terza partita con il Genoa. 

Sulla scelta di andare al Milan: "Tifo Milan da anni, non mi importava chi ci fosse in panchina. Poi è arrivato Giampaolo e sono molto contento di questo, sono felice di poter lavorare ancora con lui".