Nora Heorum: "Essere al Milan è un sogno. Ruoli? Ne ho giocati diversi, ma sono centrocampista"

20.02.2020 13:48 di Gianluigi Torre Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Nora Heorum: "Essere al Milan è un sogno. Ruoli? Ne ho giocati diversi, ma sono centrocampista"

Intervistata a MilanTv, Nora Heroum, tuttofare della squadra di Maurizio Ganz, ha parlato del suo approdo al Milan, dei suoi ruoli e dello spogliatoio: "Le mie giornate cominciano qui, al Vismara. Ci alleniamo quasi tutti i giorni e qui è dove iniziano le mie giornate. Ho iniziato a giocare a calcio a 5 anni insieme a mio fratello, quindi ho iniziato a giocare con i ragazzi e per 4-5 anni andavo sempre agli allenamenti di mio fratello. Lo guardavo giocare e volevo giocare anch'io e così tutto è iniziato. Dopo aver giocato con i ragazzi ho iniziato con le ragazze, in Finlandia. Dopo le superiori sono andata a giocare in Danimarca per due anni e mezzo e prima di andare a giocare al Brescia sono arrivata in Italia. Ho giocato una stagione a Brescia prima di giocare qui al Milan. Il primo allenamento, all'età di 5 o 6 anni, non ricordo esattamente. Però ricordo che volevo sempre giocare a calcio e avevo sempre un pallone con me. Non andavo da nessuna parte senza un pallone da calcio e ho sempre adorato questo sport. Giocare nel Milan è un sogno. Iniziamo sempre gli allenamenti così con il mister e lo facciamo dal primo giorno e credo che ci renda più squadra e ci dà la giusta grinta per iniziare la giornata e raggiungere i nostri obiettivi: è il modo migliore per iniziare allenamenti insieme "Smile and Fire"."

Sull'allenamento: "Appena abbiamo finito l'allenamento oggi abbiamo lavorato molto sulla tattica, lavorando di più sulla fase offensiva, mentre domani ci concentriamo sulla difensiva preparandoci per la prossima gara. Abbiamo diverse culture in squadra: le ragazze italiane stanno imparando l'inglese, frequentiamo dei corsi, le italiane studiano inglese una o due volte alla settimana, mentre noi studiamo l'italiano. In questa stagione ho giocato in diversi ruoli: terzino destro e sinistro, mediano, ala. La scorsa stagione con Carolina Morace giocava terzino destro ed era la prima volta che giocava in difesa: eravamo in ritiro e la coach dopo 2 giorni è venuto da me e mi ha detto che mi vedeva bene in difesa e io le ho risposto che avrei dovuto imparare perchè non ho mai giocato da terzino destro. Questa stagione sto giocando più avanzata a centrocampo, che è ruolo in cui sono abituato a giocare ed è il mio ruolo naturale, ma mi piace anche giocare in difesa. E anche in Nazionale è divertente perché il nostro allenatore non pensavo potessi giocare in difesa da terzino destro, poi è venuta a vedermi all'allenamento e si è resa conto che potevo giocare terzino destro. Il primo gol rossonero, con Florentia, dicevano che non è proprio mio perché c'è stata la deviazione di un difensore, ma è stato il mio primo gol, anche se ufficialmente hanno dato autogol, mi ricordo che ho fatto un dribbling ho visto il portiere fuori dai pali, ho provato a tirare e palla è entrata, po abbiamo vinto 1-0. Questo è quello che conta. Dopo l'allenamento andiamo in un ristorante vicino al Vismara. Di solito vado con le mie compagne, in modo per fare gruppo e conoscerci meglio, ma altri giorni preferisco tornare a casa e cucinare i piatti tipici finlandesi."