Scaroni su Yonghong Li: “Comportamento inspiegabile. Senza gli ultimi 32 mln non avremmo potuto iscriverci al campionato”

14.09.2018 08:59 di Enrico Ferrazzi Twitter:   articolo letto 85671 volte
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Scaroni su Yonghong Li: “Comportamento inspiegabile. Senza gli ultimi 32 mln non avremmo potuto iscriverci al campionato”

Intervistato dalla Gazzetta dello Sport, Paolo Scaroni, presidente rossonero, ha parlato così di Yonghong Li e delle vecchia proprietà cinese: “Per me il comportamento di Mister Li è inspiegabile: un signore che fa un piano e non rispetta il suo stesso piano. Come possiamo definire Mr. Li? Un punto interrogativo che non è stato evaso e che forse non lo sarà mai. L’ho visto tre volte nella mia vita, non gli ho mai parlato perché non parla nessuna lingua a parte il cantonese. Ma a me non interessa nulla di quello che è successo, guardo avanti. Di certo è stata una vicenda inspiegabile, non ci ho capito un accidente, ma io penso a cosa deve fare il Milan nei prossimi due anni, non a Mister Li. Cosa non ha funzionato? Il continuo tira e molla sui soldi. Le squadre vincono le partite, ma i campionati li vincono le società. Si passava il tempo a parlare di milioni mancanti e certe cose arrivano fino allo spogliatoio. I famosi ultimi 32 milioni dovevamo averli per forza perché se non fossero stati messi non avremmo potuto iscriverci al campionato: come fa un club come il Milan a campare in questo modo? Si crea un senso di precarietà deleterio per tutti. Mentre per quanto riguarda la campagna acquisti, vedo che Leonardo e Maldini hanno smontato molto di ciò che era stato allestito. Un motivo ci sarà pure”.