Cresce il gioco in generale. Urby in fase di maturazione, Rami gol e prestazione. Honda: così non va

01.02.2014 23:07 di Pietro Mazzara Twitter:    Vedi letture
© foto di ALBERTO LINGRIA/PHOTOVIEWS
Cresce il gioco in generale. Urby in fase di maturazione, Rami gol e prestazione. Honda: così non va

Queste le pagelle di Milan-Torino 1-1

Abbiati 6: sulla rete di Immobile non ha colpe. Nel secondo tempo, anche se poco impegnato, è sempre attento.

De Sciglio 6: macina kilometri sulla fascia destra, soprattutto nei primi 45’, dove trova anche un paio di cross puliti. Dopo però, complice anche il grosso numero di partite giocate, un po’ cala e pecca in precisione.

Rami 7: sta iniziando a capire bene come funziona il calcio italiano. Ci mette fisico e bada poco all’estetica. Il suo gol porta in parità il match. Immobile quando lo punta e lo mette in difficoltà ma lui gli prende bene le misure e lo soffre poco.

Bonera 5.5: Immobile lo salta secco in occasione del gol. Senza infamia e senza lode.

Emanuelson 6.5: spinge come un forsennato sull’out mancino. Offre sempre una soluzione di passaggio e gira molto alle spalle degli avversari per creare superiorità numerica. I cross più pericolosi sono i suoi.

Muntari 6.5: gestisce bene i palloni che passano dai suoi piedi. Non disdegna anche la conclusione in porta. Esce perché nelle gambe non ne aveva più (dal 63’ de Jong 6: entra dalla panchina e fa il suo solito lavoro di legna)

Montolivo 5.5: all’inizio non parte male però sbaglia spesso dei passaggi, anche semplici. Si sta riadattando ad un ruolo che non ha quasi mai ricoperto al Milan.

Robinho 5: continua a non convincere. Il ruolo di esterno non gli calza a pennello, lui prova a saltare l’uomo e non sempre gli riesce. Esce sotto i fischi di San Siro (dal 75’ Saponara sv)

Honda 5: è vero che non gioca nel suo ruolo preferito ma non scarica quasi mai il pallone a De Sciglio che gli offre la sovrapposizione. Quando poi capirà che il pallone va anche passato un po’ prima, forse, inizierà ad essere parte integrante del modulo. (dall'88 Petagna sv)

Kakà 6: prestazione di cuore. Si sbatte tantissimo, cerca anche qualche colpo dei suoi ma le giocate di 8 anni fa gli restano, spesso, solo nella mente.

Pazzini 6: due palle giocabili nell’area di rigore e due volte Padelli decide di vestirsi da Superman. Glik lo mena come succede con i centravanti forti e lui regge bene e risponde in maniera leale. Grande lavoro in fase di copertura della palla. Sarà importante.

Seedorf 6: è il Milan migliore che si sia visto, a livello di manovra, della sua gestione. Paga l’assenza di alternative effettive in panchina ma a Napoli rientra Balotelli e ci sarà anche Taarabt.