#eDerbyMilano – Le ePagelle: 2-2 a San Siro, partita dai due volti dei rossoneri

11.04.2020 12:59 di Manuel Del Vecchio Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
#eDerbyMilano – Le ePagelle: 2-2 a San Siro, partita dai due volti dei rossoneri

Sebastiano Esposito per l’Inter e Rafael Leão per il Milan si sono sfidati su eFootball PES2020 in un match ricco di emozioni. Queste le pagelle di Inter-Milan, primo eDerby di Milano:

Donnarumma G 5.5: Fino al 75' solita prova di grande sicurezza, poi combina un pasticcio con Theo e regala il secondo gol all'Inter.

Conti 5.5: Un po' troppo falloso, in difesa non offre particolari sicurezze. Non si fa vedere quasi mai in attacco, prestazione da dimenticare.

Kjær 6.5: Si perde Lukaku sul primo gol nerazzurro, poi però si fa perdonare ed erge un muro davanti alla porta rossonera. 

Romagnoli 6: Anche lui esce male in occasione del primo gol dell'Inter, ma dopo l'errore torna sui suoi livelli e non fa passare più niente.

Theo Hernandez 5: Imperdonabile l'errore che regala il secondo gol ai nerazzurri. È molto nervoso e commette troppi falli, non riesce mai a farsi vedere in avanti.

Castillejo 6: Corre tanto sulla fascia e non fa mancare il suo apporto in copertura. Esce stremato (dal 90Saelemaekers sv),

Kessie 6: Fa tanta legna in mezzo al campo e non toglie mai il gambone. Buona prova dell'ivoriano (dal 90Paqueta sv)..

Bennacer 7: Tutte le azioni più pericolose passano anche fra i suoi piedi. Solita prova di sostanza e qualità, delizioso l'assist per Ibra per il gol del definitivo 2-2.

Calhanoglu 5: Viene schierato largo a sinistra dopo tanto tempo e si vede: spaesato, perde una palla sanguinosa che regala il primo gol all'Inter. In attacco è troppo impreciso.

Leão 6.5: Il primo gol è un tocco da biliardo che non lascia scampo ad Handanovic. Dialoga benissimo con Ibra, purtroppo è troppo lezioso e il suo pallonetto a tu per tu con il portiere si infrange sul palo. Nel complesso una prova più che positiva (dal 90' Rebic sv).

Ibrahimovic 7: Manda in porta Leao in occasione del primo gol, dialoga benissimo con il portoghese e attira su di sé tutte le attenzioni della difesa nerazzurra. Glaciale in occasione della rete del pareggio, al 90' sfiora l'eurogol sotto il sette. Anche a 38 anni rimane il solito grande campione.

All. Leão 6: Quella del suo Milan è una partita dai due volti. Tanto letale in attacco quanto sbadato e impreciso in difesa. Tarda a fare i cambi, ma nel complesso è stata una buona prova.