Pagelle - Calha entra e spacca la partita. Ibra segna davanti alla sua gente. Bene Rebic

28.01.2020 23:18 di Pietro Mazzara Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Pagelle - Calha entra e spacca la partita. Ibra segna davanti alla sua gente. Bene Rebic

Queste le pagelle di Milan-Torino:

G. Donnarumma 6: incolpevole sui due gol del Toro. Ci mette le manone sante in avvio di supplementari su Millico e Belotti.

Conti 5.5: la sfida rusticana con Verdi lo mette un po’ alla frusta con tanto di giallo. Tuttavia ha il merito di tenere fino alla fine e di partecipare all’assalto nel finale del secondo tempo regolamentare facendo rimanere più bassa la fascia sinistra del Toro.

Kjaer 6: sufficienza raggiunta per il doppio salvataggio in avvio di ripresa e per l’intervento in scivolata con cui stoppa Millico, che stava arrivando a tu per tu con Donnarumma.

Romagnoli 5,5: in entrambe le azioni dei gol non è preciso. Sul primo lascia scoperto il suo lato per uscire forte sul portatore di palla. Sul 2-1 di Bremer salta fuori tempo, mandando in tilt anche Theo Hernandez.

Theo Hernandez 5.5: male in fase di non possesso, con Bremer che gli sbuca davanti in occasione del vantaggio-Toro. Perde completamente l’uomo. In fase propositiva non gli mancano le iniziative. Si divora il gol del 3-2 nel primo supplementare.

Castillejo 6,5: sempre attivo ed elettrico. A volte rallenta l’azione cercando di giocare con il mancino. Ma se deve usare il destro in dinamica, lo usa senza paura. E poi si butta su ogni pallone con caparbietà.

Krunic 5,5: Theo gli pennella un gran pallone sulla testa, lui prende bene il tempo all’avversario ma non impatta in maniera vincente. Da revisionare anche il destro. In fase contenitiva, limita Lukic. (dall’80 Calhanoglu 7,5: scarica la rabbia che ha in corpo nel destro che tira giù la porta di Sirigu, anche grazie alla deviazione di Bremer. Ma entra bene in gara come secondo regista. Smarcato dal velo di Ibrahimovic, spara addosso a Sirigu di piatto in avvio di primo tempo supplementare).

Bennacer 6: perde Bremer in occasione del primo gol ed è un errore che pesa, visto che il Toro pareggia. Poi rialza la sua prova, nel corso dei regolamentari e dei supplementari tenendo la barra dritta della squadra).

Bonaventura 6: torna titolare e la mette dentro alla prima occasione buona. L’azione parte da lui, che recupera palla su Rincon e poi segue lo sviluppo nel terzo corridoio fino ad arrivare ad impattare in maniera vincente l’assist di Rebic. (dal 76’ Leao 6,5: serve un assist d’oro a Ibrahimovic. Ci riprova al 109’, e questa volta Ibra non sbaglia).

Rebic 6,5: è in grande fiducia e si vede in tutte la giocate che fa. Rischia il rosso su Izzo, ma in generale è un pericolo costante per la difesa del Torino. Anche nei supplementari ha grande gamba. (dal 105’ Kessie 6,5: entra e serve l’assist a Calhanoglu per il 3-2).

Piatek 4,5: le scuse stanno a zero. Fallisce l’occasione di mettersi in mostra, toppando tutte le scelte. Eppure una settimana fa, con il 4-4-2, sembrava a suo agio. L’apice della sua prova negativa sono gli ultimi due palloni toccati nella ripresa. Che fanno imbestialire i tifosi. (dal 66’ Ibrahimovic 6: si divora il gol del 3-2 da pochi metri su assist al bacio di Leao. Geniale il velo che libera Calhanoglu nel primo supplementare. Poi, al 109’, batte Sirigu con un colpo di punta in stile futsal. E via con il segno di Dio sotto la curva).