Pagelle - Calha, un gol che illude. Gigio, erroraccio che indirizza la partita. Suso assente

15.03.2018 23:33 di Pietro Mazzara Twitter:    Vedi letture
© foto di DANIELE MASCOLO/PHOTOVIEWS
Pagelle - Calha, un gol che illude. Gigio, erroraccio che indirizza la partita. Suso assente

Queste le pagelle di Arsenal-Milan

G. Donnarumma 5: aveva parato bene su Welbeck e Mkhitaryan, ma l’errore sul tiro velleitario di Xhaka manda tutto all’aria, perché il gol dello svizzero chiude il discorso qualificazione.

Borini 6,5: ottima prova di Fabio nella posizione di terzino. Ci mette attenzione e sprint. Mette in porta André Silva dopo due giri d’orologio e copre bene le discese avversarie.

Bonucci 6: leader carismatico e tecnico, tiene la squadra col livello d’attenzione alto fino alla fine. Pennella per Kalinic un pallone che meritava di andare dentro, ma che il croato appoggia ad Ospina.

Romagnoli 6: una sbavatura su Mkhitaryan, poi partita attenta anche nello scegliere chi e come chiudere. Legge bene dei palloni velenosi.

Rodriguez 5,5: sfortunato in occasione del rigore, perché Welbeck si trasforma in un tuffatore olmpionico e trova un penalty che con il VAR non sarebbe mai stato dato. Mkhitaryan gli crea giramenti di testa.

Suso 5: parte come esterno nel centrocampo a quattro e soffre l’arretramento. Fallisce l’appuntamento con la maturazione europea, eclissandosi dentro le sue giocate che, in Europa, non hanno lo stesso effetto che in Italia.

Kessie 6: lotta tanto, trova spesso le coordinate della pressione e non viene fatto ballare come una trottola dalla mediana dei Gunners. (dal 79’ Locatelli sv).

Montolivo 6: torna titolare in una partita di un certo livello e fa il suo, senza sbavare. Peccato per quello schema su angolo, dove arriva col passo lungo per calciare verso la porta avversaria.

Calhanoglu 6,5: apre la partita con un destro bellissimo che ammutolisce l’Emirates. Corre, difende e prova anche a inventare situazioni pericolose. Esce sulle gambe. (dal 70’ Bonaventura 5,5: il suo ingresso viene anestetizzato dall’errore di Donnarumma che apre la porta a Xhaka. Sul 2-1, non trova collaborazione dai compagni).

André Silva 5,5: squillo in apertura di match su gran palla di Borini, ma la mira non è precisa. Poi si perde sul prato dell’Emirates, tornando ad essere troppo leggero e poco cattivo. Forse, su di lui, c’era un rigore.

Cutrone 5,5: primo tempo così così, finendo tre volte in fuorigioco. Nella ripresa sceglie bene il tempo della battuta verso la porta di Ospina, ma la sua mezza rovesciata finisce fuori di pochissimo. È il segnale che la serata non sarà più a tinte rossonere. (dal 66’ Kalinic 5: entra ed ha subito la palla del 2-1, ma la manda in bocca ad Ospina e li finisce la sua partita anche se dopo, sempre di testa, impegna Ospina)

Gattuso 6: si arrabbia per il terzo gol, ma il suo Milan ha dato segnali importanti di mentalità in crescita della sua squadra. Chissà cosa sarebbe potuto succedere senza il rigore inventato da Eriksson.