Pagelle - Cutro-Higua, la coppia funziona eccome. Suso decisivo. Rino, la reazione c'è stata

28.10.2018 20:03 di Pietro Mazzara Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/Photoviews
Pagelle - Cutro-Higua, la coppia funziona eccome. Suso decisivo. Rino, la reazione c'è stata

Queste le pagelle di Milan-Sampdoria

G. Donnarumma 6: di certo sui gol di Saponara e Quagliarella può ben poco, perché i due doriani trovano traiettorie velenose e vincenti.

Calabria 5: sui due gol della Samp, purtroppo, è attore protagonista. Sul primo Saponara lo salta secco per poi calciare in maniera vincente. Sul secondo, invece, perde Quagliarella sulla verticale di Saponara. Esce per infortunio. (dal 78’ Abate sv)

Musacchio 5,5: se Calabria ha le colpe principali, lui non è esente da responsabilità. L’uscita a tuono in occasione del primo gol della Samp è da bollino rosso, con Quagliarella che lo uccella. Ne va da sé che arrivi in ritardo sul destro di Saponara.

Romagnoli 6: deciso passo in avanti rispetto alle ultime due uscite, con Alessio che guida bene la sua parte di competenza. Supporta bene Rodriguez e ci mette delle pezze.

Rodriguez 6: la corsia mancina viene poco sollecitata rispetto a quella opposta, ma il binario con Laxalt sembra funzionare. Bene anche in ripiegamento.

Suso 7: disegna un assist perfetto per il colpo di testa di Cutrone che sblocca la partita. Ritrova il gol a San Siro dopo oltre un anno e due mesi con la sua giocata, ovvero il mancino a giro che muore alle spalle di Audero. In fase difensiva deve sacrificarsi un po’ di più.

Kessie 6: stringe i denti, rientrando dai problemi fisici, a dimostrazione di quanto sia importante per Gattuso. Spinge meno, è il nuovo ruolo che glielo impone, ma questo gli permette, soprattutto nella ripresa, di essere più muro.

Biglia 6,5: altra prova di livello di Lucas l’accalappia palloni. Non ne sbaglia uno in uscita e mangia in testa a Praet e Barreto. Perno fondamentale in ogni modulo.

Laxalt 6: spinge, crea più di un problema alla Samp sulla sua corsia. Sufficiente nel complesso, ma il gol che si divora nel finale è un erroraccio. Perdonato. (dall’89’ Calhanoglu sv).

Cutrone 7,5: insieme a Suso, è il man of the match. Sblocca la partita ancora col primo tiro in porta, incornando alla perfezione l’assist di Suso. Poi, si sdebita con Higuain, mettendolo in porta con l’assist per il gol del 2-2. In più ci mette la solita grinta in fase di ripiegamento. (dal 75’ Castillejo 6: entra con brio al fianco di Higuain e da molto fastidio ai portatori di palla ospiti).

Higuain 7: la coppia con Cutrone funziona ed è lui a mettere dentro il gol del pareggio a chiusura di una bella triangolazione con Patrick. Gioca da seconda punta il che gli permette di fare anche il regista offensivo. Finisce con spirito di sacrificio ad aiutare anche in difesa.

Allenatore:
Gattuso 6,5: sulle uniche due sbandate della difesa, il Milan prende gol. Però la scelta del 4-4-2 funziona perché si crea molto di più in avanti e si sono riviste anche trame di bel gioco. La cosa più bella è la reazione della squadra dopo il gol di Quagliarella. Da cani arrabbiati come aveva chiesto.