Pagelle - Donnarumma, prova da top. Suso, finalmente il gol e giocate importanti. Paquetà, un rosso che può costare carissimo

06.05.2019 22:34 di Pietro Mazzara Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Pagelle - Donnarumma, prova da top. Suso, finalmente il gol e giocate importanti. Paquetà, un rosso che può costare carissimo

Queste le pagelle di Milan-Bologna:

G. Donnarumma 7,5: sono quattro gli interventi decisivi di Super Gigio. Il primo in uscita su Orsolini che viene stoppato con la spalla. Poi, nel secondo tempo, devia fuori dall’angolino la sassata di Pulgar e risolve anche una mischia su corner. Infine, sul mancino al veleno di Edera, trova l’iperestensione che gli fa mettere il pallone fuori dalla sua porta.

Abate 6,5: se c’è uno che sa vivere nel modo giusto queste partite, è proprio Ignazio. Una grande prova su Sansone, con diagonali difensive di ottima fattura e personalità nei momenti caldi.

Zapata 6,5: prende Palacio e gli fa capire che non è aria, infatti el Trenza va a giocare nella zona di Musacchio, dove prova a fare qualche danno in più. Finisce la partita con una botta, che non lo mette ko. Rinnovategli il contratto.

Musacchio 6: mezzo punto sotto Zapata per un paio di indecisioni, ma ci mette il suo dentro una partita dove serviva la sciabola al posto del fioretto.

Rodriguez 5,5: Orsolini lo mette in difficoltà estrema e deve una cena a Donnarumma, che rimedia al suo svarione. Un tiro sparato in curva nel primo tempo e poco altro.

Kessie 6: nella fase cruciale della gara, ovvero con il Milan in 10, alza il livello della sua prova. Più preciso rispetto alle ultime uscite, nel finale tira fuori gli attributi andando a fare la guerra da solo sulla corsia di destra.

Biglia 5,5: riproposto al posto di Bakayoko in cabina di regia, balbetta in un paio di circostanze. Esce per un problema alla schiena. (dal 27’ José Mauri 6: entra a freddo, ma riesce a trovare subito il ritmo della partita).

Paquetà 5: rischia di aver finito il suo campionato con il rosso rimediato, perché successivo al giallo per reazione rimediato dopo il fallo che Destro gli stampa sulla caviglia. Si andrà dalle due alle tre giornate e questo, per il Milan, può essere un danno molto grave.

Suso 6,5: si desta dal torpore trovando il gol dell’1-0 dopo quasi quattro mesi dall’ultima rete realizzata con il Genoa. L’episodio lo libera mentalmente e gli riescono diverse giocate. Serve questo Suso, nelle prossime tre partite, per provare a fare qualcosa di difficile, ma non impossibile. Unico neo, non aver servito Piatek in una conduzione di palla a triangolo dove opta per Calha. Esce nel finale. (dal 79’ Castillejo sv)

Piatek 5,5: una sola occasione per provare a far gol, ma non trova il giusto impatto col pallone. Vive nella sua solitudine il duello con Danilo e Lyanco. Nel finale, come Kessie, mette il suo fisico a disposizione della causa, ma il gol continua a mancare.

Calhanoglu 6: Skorupski gli disinnesca il primo tiro della gara con un gran volo. È spesso dentro l’azione, ma sciupa l’occasione per spaccare la porta dal limite, colpendo in maniera imprecisa il pallone. Esce per guai muscolari. (dal 60’ Borini 6,5: entra bene in partita, facendo ammonire Calabresi e trovando il gol del 2-0 che permette al Milan l’allungo in una partita complicatissima).