Pagelle - Gigio parate salva-partita. Patrick-Pipita, errori importanti. Calha e Castillejo non pervenuti

26.12.2018 14:52 di Pietro Mazzara Twitter:   articolo letto 47807 volte
© foto di www.imagephotoagency.it
Pagelle - Gigio parate salva-partita. Patrick-Pipita, errori importanti. Calha e Castillejo non pervenuti

Queste le pagelle di Frosinone-Milan

G. Donnarumma 7: in una partita da vincere a tutti i costi, il migliore in campo del Milan è il suo portiere, con almeno un paio di interventi decisivi su Ciano. Nel finale quasi spinge fisicamente i compagni all’arrembaggio.

Calabria 6: delizioso il pallone che confezione per Cutrone dopo due minuti di gioco, ma il compagno di non lo tramuta in gol. Esce per scelta tecnica, senza demeritare. (dal 74’ Conti 6: prova a dare spinta sulla corsia di destra nell’arruffato arrembaggio finale).

Musacchio 6: torna da titolare e Pinamonti gli testa i riflessi. Un po’ diesel e non è impeccabile in occasione del gol, poi annullato, a Ciano. Prova anche lui nel finale a fare numero nella metà campo ciociara.

Romagnoli 6: Pinamonti e Ciano ondeggiano, scambiandosi la posizione, ma lui chiude tutto, anche sui palloni alti.

Rodriguez 6: nulla di eccezionale, ma nemmeno errori da segnalare in una prova tutto sommato sufficiente.

Kessie 5,5: rientrava dalla squalifica e avrebbe dovuto spaccare il mondo. Oggettivamente non è così, compie diversi errori e non incide negli inserimenti.

Bakayoko 6: il migliore di un centrocampo nel quale scarseggiano le idee. Lui prova diversi break per andare in solitaria e calcia anche verso la porta. Fa densità e si fa sentire.

Calhanoglu 4,5: la connessione continua ad essere a 32k. Non incide, non trova passaggi vincenti e nemmeno su punizione riesce a far male al Frosinone. Gattuso poi lo sposta alle spalle di Higuain e Cutrone, ma l’unica cosa che fa giusta è un angolo battuto decentemente.

Castillejo 4,5: a parte l’occasione in avvio di partita, non dà mai la sensazione di poter fare qualcosa di pericoloso. A volte arriva al limite dell’irritante. (dal 74’ Laxalt 5,5: dovrebbe allargare la difesa frusinate, ma non ci riesce).

Higuain 5: si chiedeva a lui di fare i gol che servivano, di vestirsi da leader. La letterina con dentro queste richieste, però, non è arrivata a destinazione. Nel primo tempo gioca troppo lontano dalla porta. Nel secondo tempo, ha una chance delle sue, ma non la butta dentro.

Cutrone 5: gioca da esterno nel 4-3-3, ma ha sul groppone l’occasione più importante della partita. Il cross di Calabria, che lo trova libero, è dosato con i tempi giusti, ma lui non riesce a trovare il colpo risolutore, un po’ come con il Torino.