Pagelle - Gigio strepitoso. Romagnoli, errore osceno. Kessie-Calha, ma dove siete finiti?

27.09.2018 23:04 di Pietro Mazzara Twitter:    Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Pagelle - Gigio strepitoso. Romagnoli, errore osceno. Kessie-Calha, ma dove siete finiti?

Queste le pagelle di Empoli-Milan:

G. Donnarumma 7: aveva riattivato i superpoteri con l’Atalanta, ma al Castellani disinnesca la criptonite con due interventi decisivi. Il primo su La Gumina con la croce del futsal, il secondo è da alieno su Caputo con la deviazione che manda la palla sul palo.

Calabria 5,5: la macchia è quella della mancata diagonale su Caputo, sulla quale poi Gigio ci mette la manona. Non arriva quasi mai ad essere pericoloso sulla sua corsia di competenza.

Musacchio 5,5: Caputo gli scappa alle spalle e Calabria non lo aiuta. Non cerca le avventure aeree nell’area dell’Empoli, senza successo.

Romagnoli 4: l’errore da cui nasce l’azione del rigore è incomprensibile. Perde il tempo del disimpegno, zappa il terreno e poi stende Mchedlidze. Un concentrato di orrori in 5 secondi che fanno sprofondare una prestazione che, fino a quel momento, era stata ottima.

Laxalt 6: bene in fase propulsiva, ma buca la diagonale su La Gumina. Deve una cena a Donnarumma che rimedia al suo errore.

Kessie 5: si divora due gol nel primo tempo che, esattamente come contro l’Atalanta, pesano tantissimo nella storia della partita. Nel secondo tempo crolla fisicamente e gestisce male un 4 contro 4 dove centra in pieno Maietta. (dal 77’ Bakayoko sv).

Biglia 6: è suo il tiro da cui nasce il gol del vantaggio milanista. Un sinistro che, probabilmente, era destinato ad uscire ma che complice la deviazione di Capezzi, finisce all’incrocio. Non è che soffra più di tanto, ma dura un tempo.

Bonaventura 6: certamente il più elettrico del centrocampo milanista. Gattuso gli chiede d’essere il terminale offensivo principale partendo da dietro e Terracciano lo stoppa per due volte.

Suso 6,5: costruisce una quantità industriale di occasioni. Terracciano ce l’ha con lui e gliele para tutte, ma tutte davvero. È il più pericoloso della truppa

Borini 5,5: falso nueve di nome e di fatto. Non calcia una volta che sia una verso la porta di Terracciano, eppure stasera doveva fare la punta centrale. Arriva a corto di fiato nel finale. (dal 73’ Cutrone 5,5: prova a creare scompiglio nei due centrali empolesi, ma non gli arrivano i palloni che vorrebbe. Prende anche una botta sulla caviglia che sembra limitarlo per qualche minuto).

Calhanoglu 5: prosegue il suo momento no. Il 10 della seconda parte della scorsa stagione ancora non si è visto. Sbaglia cose semplici per uno come lui e tutto questo non va bene. (dal 73’ Castillejo 5,5: punta un paio di volte il fondo, ma ancora non ha capito che in Italia bisogna stare in piedi).

Gattuso 5,5: il Milan ha la pareggite. Terza X di fila per una squadra incapace di ammazzare gli avversari e, come contro l’Empoli, c’è anche dell’autolesionismo.