Pagelle - Higuain, che bomber. Suso doppio assist. Biglia è imprescindibile

07.10.2018 16:49 di Pietro Mazzara Twitter:   articolo letto 68264 volte
© foto di DANIELE MASCOLO/PHOTOVIEWS
Pagelle - Higuain, che bomber. Suso doppio assist. Biglia è imprescindibile

Queste le pagelle di Milan-Chievo

G. Donnarumma 6: più deciso nelle uscite alte. È sostanzialmente inoperoso. Ancora qualche brivido con i piedi.

Abate 6: la corsia di destra è quella più battuta dal Milan e il dialogo con Suso funziona. Potrebbe essere più preciso in fase di rifinitura.

Musacchio 6: Stepinski paga il duello fisico con il gringo milanista, che non gli concede mezzo centimetro. Si proietta anche in fase offensiva.

Zapata 6: confermato titolare più per il forfait di Romagnoli che per meriti, gestisce bene la situazione anche perché Pellissier e Stepinski non fanno mai paura.

Rodriguez 6,5: conferma il suo ottimo momento di forma con sovrapposizioni precise e qualche cross di buona fattura. Propizia il gol dell’1-0 con il traversone bucato dalla difesa clivense, pulito da Suso e tramutato in gol da Higuain. (dall’87’ Laxalt sv).

Kessie 6: ha ancora un’occasione per fare gol, ma non riesce a farlo. Però in mezzo al campo martella senza sosta ma si fa uccellare da Pellissier in occasione del gol del 3-1, dove si addormenta.

Biglia 7: sarà anche che la pressione del Chievo non è di quelle asfissianti, ma non sbagliare quasi mai è esercizio assai complicato. Lucas fa girare la squadra in maniera armonica e recupera diversi palloni avvelenati.

Bonaventura 6,5: timbra le 150 presenze con la maglia del Milan con un gran gol da fuori area che manda in archivio il match. Nel primo tempo si diverte nello smistare il gioco sulla fascia opposta alla sua. (dal 75’ Cutrone sv).

Suso 7,5: doppio assist per Higuain e mancino ispirato e tagliente. La prima palletta che mette a disposizione del Pipita, è da esterno puro. La verticalizzazione con cui fa presentare Higuain davanti a Sorrentino è di Rui Costiana memoria. (dal 90’ Castillejo sv).

Higuain 8: un killer spietato, che una volta trovata continuità di realizzazione, non sembra sapere cosa voglia dire fermarsi. Prima rimane concentrato sullo scivolone di Sorrentino che buca il cross di Rodriguez che Suso rimette in mezzo e lui, da quella posizione, non può sbagliare. Poi detta la verticalizzazione a Suso per il gol del 2-0.

Calhanoglu 6: si divora un gol già fatto, facendo fare bella figura a Sorrentino. Arriva in ritardo in diversi sviluppi della manovra, perdendo così i tempi di gioco. Cresce nella ripresa.

Gattuso 6,5: la partita si mette subito come vorrebbe lui, con un Milan arrembante e aggressivo che mette all’angolo il Chievo e lo punisce con la doppietta del Pipita. Peccato per il gol di Pellissier, che allunga la striscia di partite con la porta battuta, ma questa volta è solo colpa del jolly pescato dall’avversario.