Pagelle - Ibra e Rebic illudono. Conti e Romagnoli, disattenzioni fatali

09.02.2020 22:49 di Pietro Mazzara Twitter:    Vedi letture
© foto di DANIELE MASCOLO/PHOTOVIEWS
Pagelle - Ibra e Rebic illudono. Conti e Romagnoli, disattenzioni fatali

Queste le pagelle di Inter-Milan:

G. Donnarumma 6: parata determinante a metà primo tempo su Vecino, dopo che in avvio aveva tenuto bene un assalto nerazzurro dalla destra milanista. Bene anche su Candreva prima del gol di Brozovic. Prova a volare su De Vrij, ma non ci può fare davvero niente.

Conti 5: tiene in gioco, col piede, Sanchez in occasione del gol del 2-2. Incrocio maledetto per lui, che si rende protagonista involontario del pari nerazzurro..

Kjaer 5,5: fa la sua gara, onesta e di lotta. Tiene Lukaku nei corpo a corpo. Tranne nel finale, quando il belga gli mangia in testa per il gol del 4-2. La partita era finita, ma l'opposizione doveva essere più forte.

Romagnoli 5: perde De Vrij in occasione del gol del 3-2 che completa la rimonta interista. Aveva fatto una buona prova nel contenere Lukaku, chiudendo un paio di diagonali importanti. Tutto vanificato.

Theo Hernandez 6: primo tempo devastante, secondo tempo in calando. La squadra imbarca acqua dopo il primo gol interista, saltano le catene e lui non ha più il punto di riferimento davanti.

Kessie 5,5: come tutta la squadra, fa un primo tempo di sostanza, trovando anche due tiri murati che potevano voler dire tanto. Poi crolla mentalmente e tecnicamente. (dall’81’ Paquetà 5: è necessario vederlo ancora in campo?).

Bennacer 6,5: nel disastroso secondo tempo milanista, è l’unico che tiene dritta la barra. Prova di grande livello per l’algerino che sa sempre cosa fare. Anche quando i compagni perdono la bussola.

Castillejo 6: partita frizzante dello spagnolo, che avvia l’azione del vantaggio milanista con il lancio trasformato in assist da Ibra per Rebic. (dal 79’ Leao sv).

Calhanoglu 6: inaugura il derby con un destro violento che va a stamparsi sul palo. Nei primi 45’ è ovunque, offrendo soluzioni di passaggio e aprendo corridoi ai compagni. Poi nel secondo tempo si offusca dopo il 2-2, quando la partita cambia definitivamente.

Rebic 6,5: apre il derby con il suo quarto gol in campionato, sfruttando la torre di Ibrahimovic e il buco della banda Padelli-de Vrij. Mette in grande difficoltà la banda destra dell’Inter. Nella ripresa, complice il calo complessivo della squadra, si spegne. (dall’84’ Bonaventura sv)

Ibrahimovic 7,5: parte forte, conclude il primo tempo fortissimo e da assoluto protagonista. De Vrij gli toglie un pallone al bacio di Rebic, poi fa da assist man per il gol di Rebic e, infine, batte Padelli per lo 0-2 di fine primo con tanto di segno di Dio sotto la Nord, preceduto da un bacio ironico, e poi sotto la Sud. Nemmeno lui si sarebbe aspettato il crollo della squadra in avvio di ripresa. Sfiora il 3-3, mandando sul palo. Il suo l’ha fatto e anche bene.

ALLENATORE:
Pioli 5,5
: primo tempo da manuale, dove imbusta la partita all’Inter con il 4-2-3-1. La sua squadra, però, gestisce malissimo la ripresa e dopo il 2-2 interista, viene staccata la corrente a tutti.