Pagelle - Lampi di Castillejo, Piatek timbra ancora il cartellino. Kessie, finalmente il gol

22.02.2019 22:25 di Pietro Mazzara Twitter:    Vedi letture
© foto di DANIELE MASCOLO/PHOTOVIEWS
Pagelle - Lampi di Castillejo, Piatek timbra ancora il cartellino. Kessie, finalmente il gol

Queste le pagelle di Milan-Empoli:

G. Donnarumma 6: spettatore non pagante della vittoria della squadra. Deciso nelle rare occasioni in cui viene sollecitato. Ogni tanto stare a guardare non fa male.

Conti 7: stantuffa come è nelle sue corde sul binario destro, anche se a volte è impreciso nei cross. Poco male, perché Pasqual fa più il quinto di difesa con lui. Trova anche l’assist per il gol del 3-0. Un’arma preziosa per Gattuso.

Musacchio 6,5: Caputo prova a metterla sulla rapidità, Mateo alza la paletta rossa. Di qua non si passa e si concede anche un paio di discese offensive.

Romagnoli 6,5: Farias deve svariare molto per toccare il pallone. Nella sua zona c’è il divieto di transito.

Rodriguez 6,5: aveva bissato il cross vincente come a Bergamo, ma questa volta Paquetà era in fuorigioco. Per il resto vince il duello con Di Lorenzo senza troppi patemi, andando in modalità risparmio energetico nel finale.

Kessie 7: all’ennesima occasione, questa volta non sbaglia. E che gol: tocco sotto a far secco Dragowski a concludere un bell’inserimento a fari spenti su assist di Castillejo.

Bakayoko 6,5: esce tra la standing ovation di San Siro, al termine di un’altra prova da dominatore del centrocampo. Bennacer perde nettamente il confronto. (dal 79’ Biglia sv)

Paquetà 6,5: meno fronzoli e più sostanza, ma regala qualche tocco di classe dei suoi, giusto per non far perdere il gusto ai tifosi rossoneri. Aveva segnato di testa, ma era in netta posizione di fuorigioco. (dal 69’ Borini 6: ma che gol aveva fatto? Slalom gigante e botta mancina, vanificata dall’off-side di Cutrone).

Castillejo 7,5: qualche problema con i calci d’angolo, che non alza più della Gazzetta, ma la cosa passa in secondo piano nella ripresa. Prima mette in porta Kessie con un pallone al bacio e poi, da centravanti, devia sul primo palo un cross basso di Conti.

Piatek 7: 7 gol con 9 tiri nello specchio della porta. Una killer, senza se e senza ma. Gli arriva un solo pallone giocabile in area – un cioccolatino di Calhanoglu – e lui sblocca una partita che poteva diventare complicata e rognosa. (dal 69’ Cutrone 6: entra a risultato acquisto e vorrebbe spaccare il mondo. Ha una bella palla di Conti da girare sul primo palo, ma non trova lo specchio).

Calhanoglu 7: è lui a fornire la leva che permette a Piatek di scoperchiare la partita. Pallone dolcissimo e che chiedeva solo di esser spinto in porta. Fa la doppia fase con estrema lucidità e regala una giocata di tacco che fa ammonire Di Lorenzo.

Gattuso 7: primo tempo con poco ritmo, anche perché l’Empoli si chiude bene. Nella ripresa il Milan mette il turbo e con i gol di Piatek e Kessie mette al tappeto gli avversari. E mette nuovamente pressione all’Inter e gestisce tre giocatori fondamentali come Bakayoko, Paquetà e Piatek.