Pagelle - Musacchio-Calabria, errori decisivi. Piatek ancora killer, bene Baka e Suso

06.04.2019 20:00 di Pietro Mazzara Twitter:    Vedi letture
© foto di www.imagephotoagency.it
Pagelle - Musacchio-Calabria, errori decisivi. Piatek ancora killer, bene Baka e Suso

Queste le pagelle di Juventus-Milan

Reina 6: vola su Mandzukic con una super parata sulla rovesciata del croato. Kean lo impallina tutto solo in area.

Calabria 5: buonissima prestazione, fino a quando non sbaglia l’imbucata che Pjanic raccoglie e tramuta nella transizione che frutta il 2-1 di Kean. (dall 85’ Cutrone sv).

Musacchio 5: un intervento folle quello che causa il rigore del pareggio della Juventus. Va a vanificare una partita, fino a quel momento, di ottima fattura.

Romagnoli 6: lui tiene a bada Dybala e spesso prende in consegna anche Bernardeschi, quando l’azzurro si accentra.

Rodriguez 6: fase difensiva fatta bene, quando deve crossare però, il mirino non è dei migliori. Con De Sciglio che non ha doti alla Cancelo, se la sarebbe potuta giocare meglio.

Kessie 6,5: torna a dare fisicità al centrocampo milanista. Bene anche nei movimenti senza palla. Ha anche una bella occasione sullo 0-0. In un Milan così, la sua presenza è molto importante.

Bakayoko 6,5: bravissimo nella pressione alta che porta Bonucci all’errore nel disimpegno e da cui nasce l’assist per il gol di Piatek. Anche nella ripresa, nonostante la Juventus alzi i giri del motore, non abbassa il livello della prestazione.

Calhanoglu 6: il giocatore più presente dentro la manovra milanista, spreca un paio di occasioni importanti per calciare da fuori area. Sulle punizioni non ci siamo proprio però.

Suso 6,5: aveva voglia e si è visto. Spinazzola non prende quasi mai e riesce ad essere ficcante dentro la manovra offensiva. Poi, alla lunga, i dolori al piede tornano a farsi sentire. (dal 76’ Castillejo 5,5: dovrebbe giocare sulle stesse frequenze di Suso, ma non ci riesce).

Piatek 6,5: sbaglia su cross di Suso in apertura, si rifà sull’assist di Bakayoko con cui il francese apre la strada verso la porta bianconera. Lotta tantissimo e non ha paura di andare a fare brutto con Mandzukic.

Borini 6: prova del tutto onesta quella di Fabio, che si costruisce anche una buona palla gol che spara, di poco, sull’esterno della rete.

Gattuso 6,5: l’aveva preparata bene, ingabbiando la Juve e dimostrando che il Milan può fare una pressione importante sugli avversari. Poi, due errori dei singoli, impiccano la squadra condannandola alla sconfitta. Ma questo Milan è quello che si dovrà vedere da qui a fine anno.