Pagelle - Musacchio, che errore sul gol del Sassuolo. Kalinic si sblocca, Biglia è fondamentale

08.04.2018 23:11 di Pietro Mazzara Twitter:    Vedi letture
© foto di DANIELE MASCOLO/PHOTOVIEWS
Pagelle - Musacchio, che errore sul gol del Sassuolo. Kalinic si sblocca, Biglia è fondamentale

Queste le pagelle di Milan-Sassuolo

G. Donnarumma 6: para bene su Politano nel primo tempo, poi vivacchia anche perché il Sassuolo non è che calci molto in porta. Tuttavia proprio Politano trova il destro sul quale non riesce ad arrivare a mano piena.

Abate 6: rientrava dopo tempo immemore e spinge abbastanza sulla corsia di destra. Viene tolto per passare ad un assetto più offensivo per cercare la vittoria. (dal 55’ André Silva 5,5: da verve al reparto offensivo,  ma non riesce a incidere).

Bonucci 6: Berardi viene annullato dal capitano milanista, che poi passa da centrale di destra a quello di sinistra per poi fare il centrale dei tre dietro nel 3-3-4. Viene ammonito per proteste e guarderà da spettatore Milan-Napoli.

Romagnoli sv: esce dopo otto minuti. (dall’8’ Musacchio 5: dormita importante su Politano con l’attaccante del Sassuolo che ringrazia e trova tempo e spazio per battere Donnarumma. Mette in mezzo il pallone che Kalinic tramuta nel gol del pari).

Rodriguez 6: disegna una parabola perfetta per Kessie, che l’ivoriano si divora, salvo poi scoprire che fosse in off-side. C’è un segnale di miglioramento nello svizzero.

Kessie 5,5: parte forte, come sempre, ma non riesce mai a fare un break come si deve. Il suo errore sotto porta viene cancellato dalla segnalazione di off-side. Chiude come terzino destro, ma è sottotono.

Biglia 6,5: ritorna in mezzo al campo e si vede. Equilibra tutta la squadra, aiuta la difesa nelle uscite dal pressing e alza la pressione del Milan nella fase di non possesso. Ingranaggio fondamentale della struttura milanista.

Bonaventura 5,5: nonostante diversi errori in fase d’appoggio, Jack cresce nella ripresa e va a ricoprire più ruoli nell’arco della partita. Quando libera il destro, nel finale di partita, vede il pallone indirizzato nell’angolino, salvo però esser stoppato da Consigli.

Suso 5,5: cerca di variare il repertorio delle giocate, alternando le giocate col mancino a delle situazioni sul piede meno forte. Non riesce a trovare gli spazi giusti per far male.

Cutrone 5,5: il gioco del Milan non è funzionale per il centravanti, con i palloni per la punta centrale che arrivano col contagocce. Acerbi gli si francobolla a uomo e non gli lascia grandi spazi. Lui lotta tanto, ma non può incidere come vorrebbe. (dal 67’ Kalinic 6,5: dopo tante insufficienze, trova la scintilla che cercava con un gran gol. Musacchio butta in mezzo il pallone alla “spera in Dio”, Nikola fa perno, si gira e butta giù la porta. Prima si era divorato, di testa, una gran palla di Calhanoglu).

Calhanoglu 6: ancora il migliore dei tre davanti. Da la sensazione di poter essere sempre pericoloso con la palla tra i piedi. Ma anche lui, nel finale, sembra iniziare a denotare segnali di stanchezza.

Gattuso 6: alla fine alla sufficienza ci arriva, ma i segnali di calo del Milan iniziando a essere evidenti. Ha il merito di aver inculcato ai giocatori la voglia di non arrendersi mai, ma è stata persa una grande occasione.