Pagelle - Patrick, doppietta da rapace. Reina, parate decisive. Conti e Calha: assist decisivi

12.01.2019 20:45 di Pietro Mazzara Twitter:   articolo letto 72660 volte
© foto di www.imagephotoagency.it
Pagelle - Patrick, doppietta da rapace. Reina, parate decisive. Conti e Calha: assist decisivi

Queste le pagelle di Sampdoria-Milan:

Reina 7,5: non parte benissimo, con una respinta saponettata che per poco non mette in porta Ramirez. Poi compie almeno quattro interventi decisivi, tra cui quelli su Kownacki nei supplementari.

Abate 6: partita molto accorta di Ignazio, come spesso gli accade quando gioca, il che vuol dire che è Rodriguez che deve sganciarsi. Ordinato e accorto. (dal 99’ Conti 6,5: entra nei supplementari e disegna, con il suo compasso, un assist al bacio che Cutrone tramuta nel gol che rompe l’equilibrio della partita nel primo tempo supplementare. Un bel biglietto da visita per le prossime settimane).

Zapata 6: perde Ramirez sulla respinta di Reina, poi prende malta e mattoni e costruisce il muro difensivo che permette al Milan di affrontare con più tranquillità la partita.

Romagnoli 6: qualche rinvio sbilenco non da lui, poi però si riassesta e anestetizza Quagliarella, oltre a dare qualità nell’uscita palla al piede dei rossoneri.

Rodriguez 6: in una partita senza sussulti, riesce a gestire bene la gara con il giallo che gli grava sulla testa dal 32’ del primo tempo.

Kessie 6: primo tempo maluccio, cresce nella ripresa dove si toglie di dosso il limitatore, venendo fuori alla distanza. Cerca anche il gol con un destro violento dalla distanza.

Bakayoko 6: prestazione sufficiente anche per Baka, che così come Kessie viene fuori nel secondo tempo, quando entra in modalità dominante in mediana.

Paquetà 6: prima da titolare condita da buone giocate e da un’attenta osservazione della posizione in campo. Fa fischiare le orecchie a Rafael con un sinistro che esce fuori di poco. Si candida ad esser titolare anche a Gedda. (dall’85’ Borini 6: mette freschezza in un momento in cui la partita lo richiedeva).

Castillejo 5,5: parte forte, come da suo solito, ma poi si mangia un gol fatto. Si spegne alla distanza ed è lui a lasciare il campo a Cutrone all’inizio dei supplementari. (dal 90’ Cutrone 7,5: al primo pallone della partita, fa gol. E che gol, su un cross telecomandato di Conti, che dosa potenza e precisione nel traversone mentre Patrick, in maniera predatoria, taglia in mezzo ai difensori doriani e batte Rafael. Prima esultanza dedicata al papà e all’agente presenti in tribuna).

Higuain 6: sfiora il gol con un diagonale alla Higuain, ma il pallone esce di pochissimo. Poi però si ripete il solito canovaccio, dove viene servito poco dai compagni anche perché Tonelli e Andersen lo braccano. Bello l’abbraccio con Gattuso a fine partita. (dal 111’ Laxalt sv)

Calhanoglu 6: la sua prova sarebbe stata caratterizzata dall’occasionissima fallita nel secondo tempo, quando da pochi metri ha messo sul fondo un pallone bellissimo. Gattuso punta su di lui e il turco trova una giocata del suo repertorio con il lancio millimetrico che Cutrone traduce nel gol del 2-0.

Gattuso 6,5: non sarà soddisfatto della prova dei 90 minuti, perché il Milan è brutto e poco concreto. Poi, nel secondo tempo, azzecca i cambi con Cutrone e Conti che confezionano il primo gol, mentre Patrick segna anche il 2-0. Belli i gesti di incoraggiamento e d’intesa con Higuain e Calhanoglu. Mercoledì la rivincita con la Juventus.