Pagelle - Sprofondo rosso a Torino. Si salvano solo in due

28.04.2019 22:41 di Pietro Mazzara Twitter:    Vedi letture
© foto di www.imagephotoagency.it
Pagelle - Sprofondo rosso a Torino. Si salvano solo in due

Queste le pagelle di Torino-Milan:

G. Donnarumma 5,5: un paio di uscite a vuoto macchiano la sua prova, non sufficiente esattamente come quella di quasi tutta la squadra. Gronda sangue e costa un giallo a Paquetà una sua imbucata a metà. Sul gol di Berenguer prova ad andare in volo, ma l'argentino trova un angolo perfetto.

Conti 4,5: Ansaldi lo asfalta sotto tutti i punti di vista. Non trova mai le misure all’argentino, che nel secondo tempo lo scherza in più di un’occasione. Mette sul piede di Berenguer il pallone del 2-0. (dal 71’ Castillejo 5: si vede per un colpo di testa nel finale di gara. Ma non dà la scossa che serviva ad un Milan cerebralmente inattivo).

Musacchio 5: Belotti gli mangia in testa spesso e volentieri. Balla, in balia della rassegnazione generale. In prima battuta non trova il colpo giusto per allontanare il pallone da cui nasce il 2-0 granata.

Romagnoli 4: partiamo dal presupposto che l’unico capitano della galassia a non poter parlare con gli arbitri, pena il giallo. Commette una sciocchezza sesquipedale applaudendo Guida dopo l’assegnazione di una punizione insignificante al Torino. Un gesto non da capitano, che mette ulteriormente in difficoltà una squadra alla canna del gas.

Rodriguez 5,5: De Silvestri gli sbuca sempre alle spalle, facendolo stare sempre in ansia. Si fa notare per un salvataggio in mischia nel primo tempo, ma anche lui non ha il salvagente nel tracollo generico.

Kessie 4: la spinta su Izzo è insensata. Genera il calcio di rigore che manda al tappeto il Milan e non ne becca una. Si rivede nel finale per un assist per Cutrone, sventato da De Silvestri. Ma il danno era già stato fatto.

Bakayoko 6: è l’attaccante più pericoloso del Milan. Colpisce la traversa nel remake dell’azione del gol del derby e poi costringe Sirigu ad una grande parata. Ultimo baluardo dentro una prestazione generale disarmante.

Paquetà 5,5: torna titolare e va a corrente alternata. Regala giocate di splendida fattura a palloni persi in maniera scolastica. (dal 64’ Piatek 5,5: entra sul risultato di 1-0 e subito di acchiappa con con Izzo. Poi, come al solito, non arrivano palloni degni di tal nome).

Suso 4,5: sembra poter riemergere dagli abissi, soprattutto quando punta Moretti. Sirigu gli disinnesca un destro forte, ma centrale. Poi torna nel profondo blu sbagliando anche dei passaggi elementari, confermando quanto detto negli ultimi mesi su di lui. (dal 62’ Borini 5,5: prima esterno a destra nel 4-4-2, poi laterale mancino nel centrocampo a 4. Finisce qui).

Cutrone 6: allunga la squadra, lotta con Nkoulou che non è avversario semplice. Mette in porta Calhanoglu allo scadere del primo tempo e si sbatte tantissimo anche quando entra Piatek. In pratica fa il trequartista piuttosto che la punta, ma almeno conferma che si sbatte per tutti.

Calhanoglu 5,5: Cutrone gli fornisce una gran palla che Sirigu gli disinnesca. Poi il voltaggio della sua gara è sempre troppo basso per quello che gli viene richiesto, anche quando va a prendere le zolle del trequartista centrale. Meno peggio di molti.