Taarabt-Rami, è un Milan cinico e a tratti bello. Amelia, che risposta al ritorno da titolare

23.02.2014 17:05 di Pietro Mazzara Twitter:    Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Taarabt-Rami, è un Milan cinico e a tratti bello. Amelia, che risposta al ritorno da titolare

Queste le pagelle di Sampdoria-Milan 0-2

Amelia 7: praticamente inoperoso per quasi tutta la partita,  compie un intervento strepitoso su Eder prendendo il pallone. Decisivo anche nel finale con una paragona. Niente male per chi era diventato il terzo portiere...

Abate 6: buono il rientro dal primo minuto. Spinge e copre in maniera ordinata anche perché la Samp, quando attacca, gioca molto sulla zona di Gabbiadini.

Zaccardo 6.5: buttato nella mischia all'ultimo per il forfait di Bonera, si disimpegna meglio e bene. Ha ufficialmente scavalcato Mexes nelle gerarchie di reparto

Rami 7: una roccia invalicabile. Eder gli sbatte contro con puntualità. Quando non sa cosa fare, usa il vecchio stile di sparare via la palla, spesso in zone non comode per gli avversari. Bravo a non fermarsi in occasione del gol del 2-0.

Constant 6: partita che si complica da solo con un giallo evitabile.  (dal 75' Emanuelson)

Montolivo 6.5: ritorno in cabina di regia per Monto che guida bene la squadra. Recupera molti tempi di gioco e si abbassa a fare o secondo centrale quando uno tra i due centrali vanno in proiezione.

Muntari 5.5: scelta logica nell'ottica di far tirare il fiato a de Jong ed Essien. Quando viene pressato va in difficoltà. Si prende giallo evitabile che gli farà dal la Juventus. (dal 64' Essien 6: fa il suo nel momento più critico della partita)

Honda 5.5: partita dai due volti per Keisuke. Primo tempo sufficiente, secondo indolente con un giallo evitabile.

Saponara 5.5: ritorna titolare nella sua posizione preferita. Qualche buono spunto e un gol fallito che macchia la sua prestazione (dal 56' Poli 6: nella garra scatenata dalle decisioni di Doveri, regge bene senza sbavature)

Taarabt 7: è il giocatore che mancava e che, finalmente, il Milan ha trovato. Quando i compagni non sanno a chi darla, ecco che Adel alza la manina con il fare tipico di chi è un leader. Secondo gol in trasferta per lui.

Pazzini 6: se volete insegnare a qualcuno come si fa la prima punta, aprite il libro è andate alla pagina con il suo nome. Leone indomito, prende calci e qualche colpo proibito senza fiatare e non molla mai.

Seedorf 6.5: il turnover paga, il suo Milan sembra in crescita dal punto di vista fisico ed è il primo a dare a Mihaijlovic la prima sci fitta casalinga. Bene così.