acmilan - Ante no limits

01.07.2020 00:12 di Pietro Andrigo   Vedi letture
Fonte: app Ufficiale AC Milan
acmilan - Ante no limits

In campo dall'inizio o a gara in corso, in casa o in trasferta, dall'area o da fuori, con Ibra o senza, da attaccante esterno o da prima punta. 

Per Ante Rebić ormai non c'è nulla che faccia la differenza. Lui fa gol, punto. Gol pesanti, gol importanti. L'espulsione di Torino, che pure ha avuto un peso in un momento cruciale della Coppa Italia, anche se come ha ricordato Pioli sono state decisive alcune decisioni dell'andata, è ormai perdonata.

Da prima punta, Ante non ha solo cantato con i gol. Ha anche portato la croce con scatti, pressing, recuperi difensivi, movimenti offensivi verticali e orizzontali. Aveva preso il palo ieri, ma da quando è iniziato il 2020 il gol si è innamorato di lui e la palla, da brava, è tornata da lui per l'1-0 alla Roma.

A San Siro ha segnato tre reti sotto la Curva Sud e due nell'altra porta dello stadio. In trasferta ha colpito su tre campi diversi, tra Brescia, Firenze e Lecce. Il primato personale di gol in campionato nella sua carriera è vicino, ieri aveva la borsa del ghiaccio sulla gamba mentre era in panchina negli ultimi minuti e i tifosi si davano di gomito: cos'ha? Tutto bene? Ghiaccio, caldo, stanchezza, emozioni. Il combinato disposto di Ante non deve far preoccupare. 

L'ex oggetto misterioso dei primi mesi della stagione, oggi è l'ombelico del Milan. Di quei gol sfiorati contro Verona, Lazio e Napoli non è rimasto sul terreno il benché minimo ricordo. Oggi contano solo i dodici punti in più delle sue reti decisive: contro l'Udinese e contro il Brescia, contro il Torino e contro la Roma.