Milan, manca un vero leader in campo. Pure Gattuso deve dare di più

22.04.2019 12:59 di Antonio Vitiello Twitter:    Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Milan, manca un vero leader in campo. Pure Gattuso deve dare di più

Uno dei maggiori limiti di questo Milan riguarda l’approccio alle partite. Tante volte durante la stagione è capitato che il primo tempo è stato completamente lasciato in mano agli avversari, come nella recente trasferta di Parma al Tardini. Il Milan, in teoria, avrebbe dovuto condurre il match, provare a sbloccare la partita perché fondamentale per la corsa alla Champions, invece durante la prima frazione di gioco nessuno in campo ha avuto la bravura di prendere iniziativa e forzare la mano. “La nostra è sembrata una squadra vuota, abbiamo il grosso rammarico di aver concesso completamente il primo tempo al Parma”, ha affermato l’allenatore. Il gruppo rossonero, formato da tanti giovani, pecca proprio sotto l’aspetto della personalità. Nei momenti chiave invece di affondare il colpo, finiscono per intimorirsi e perdere duelli fondamentali. Fortunatamente per il Milan, sia la Roma che la Lazio sono ancora dietro in classifica, ma a 5 giornate dalla fine non ci sono certezze di chi possa conquistare alla fine la quarta piazza. Eppure il Milan ha avuto talmente tante occasioni per staccare la concorrenza in classifica, e sarebbe un vero peccato non entrare in Champions a pochi giorni dalla fine della stagione. In questo rush finale anche Gattuso dovrà provare a dare qualcosa in più. I suoi giocatori devono essere più decisi durante la partita, mettere tutto in campo, ed evitare di essere timorosi. Manca un piccolo sforzo ma sarà decisivo, per questo Gattuso deve cercare di ottenere il massimo dai suoi, e se questa squadra è troppo incostante, anche l’allenatore ha la sua dose di responsabilità. In questi casi la problematica si divide a metà tra giocatori e tecnico, sia nel bene che nel male.