CorSera - Rinnovo Donnarumma, ci siamo: summit entro 48 ore, c’è ottimismo. Anche la famiglia vuole partecipare all’incontro con il Milan

03.07.2017 08:00 di Enrico Ferrazzi Twitter:    Vedi letture
© foto di www.imagephotoagency.it
CorSera - Rinnovo Donnarumma, ci siamo: summit entro 48 ore, c’è ottimismo. Anche la famiglia vuole partecipare all’incontro con il Milan

La telenovela sul rinnovo di Gianluigi Donnaumma sta finalmente per finire: entro 48 ore, infatti, ci sarà l’incontro tra il Milan e Mino Raiola, agente del portiere milanista, che, salvo clamorosi colpi di scena, dovrebbe portare alla firma di Gigio, il quale ha il contratto in scadenza tra un anno. Il giocatore, come spiega questa mattina il Corriere della Sera, ha le idee chiare e vuole restare in rossonero, così come la sua famiglia vorrebbe vederlo ancora con la maglia del Milan.

IDEE CHIARE - Chi non la pensa allo stesso modo sembra invece essere Raiola, il quale preferirebbe il trasferimento in qualche altro club o comunque vorrebbe aspettare ancora le mosse di mercato del club di via Aldo Rossi. Donnarumma però la pensa diversamente e non si farà influenzare questa volta perché nella sua testa c’è una sola cosa, cioè il rinnovo del contratto con il Milan. Tra oggi e domani sono quindi attese novità, anche perché Fassone e Mirabelli hanno fretta di risolvere definitivamente la questione Gigio: entro mercoledì, giorno del raduno, Montella saprà infatti chi sarà il suo portiere titolare.

LA FAMIGLIA - In questa vicenda, sta acquisendo sempre maggiore importanza la famiglia di Gigio, la quale dovrebbe essere presente all’incontro tra il Milan e Raiola: è probabile che Gigio non ci sarà (mercoledì inizia gli esami di maturità), ma papà Alfonso e il fratello Antonio (quest’ultimo potrebbe anche rientrare nella trattativa) vogliono esserci e anche di questo hanno discusso con il procuratore. L’unico nodo da risolvere sarà la clausola rescissoria perché, in caso di addio in futuro, i rossoneri vogliono guadagnarci una bella cifra dall’eventuale cessione di Donnarumma.