Gazzetta - Milan, Bacca segna come l'anno scorso ma è meno coinvolto nel gioco rossonero: il confronto tra le ultime due stagioni

11.11.2016 09:59 di Enrico Ferrazzi Twitter:   articolo letto 16128 volte
© foto di DANIELE MASCOLO/PHOTOVIEWS
Gazzetta - Milan, Bacca segna come l'anno scorso ma è meno coinvolto nel gioco rossonero: il confronto tra le ultime due stagioni

Il Milan sta attraversando un ottimo periodo visto che è terzo in classifica, ma in casa rossonera c’è un piccolo caso che a Milanello sperano si possa risolvere il prima possibile: dopo un avvio di stagione molto positivo, Carlos Bacca si è infatti bloccato e non segna da cinque partite di fila. In realtà, facendo un confronto con la scorsa stagione, il problema del gol non esiste in quanto anche un anno fa era andato in rete sei volte nelle prime 12 giornate di campionato.

POCO INTEGRATO - Secondo l’edizione odierna della Gazzetta dello Sport, che ha confrontato questo inizio di stagione di Bacca con quello dello scorso anno, la questione più importante non riguarda quindi l’astinenza, ma il suo grado di integrazione nei meccanismi della squadra: dopo un’estate nella quale si è discusso parecchio sulla compatibilità del colombiano nel gioco di Montella, il numero 70 milanista ha provato a dialogare il più possibile con i suoi compagni, proprio come gli aveva chiesto il tecnico rossonero, e le cose sono andate bene, ma poi, con il passare dei giorni, in Carlos è tornato a prevalere l’istinto e le sue prestazioni sono peggiorate notevolmente.

NUMERI A CONFRONTO - La Rosea riporta questa mattina alcuni numeri che dimostrano come Bacca sia meno coinvolto quest’anno rispetto alla scorsa stagione: l’ex Siviglia ha per esempio toccato 100 palloni in meno (283 a 383), ha creato meno occasioni (6 a 12), ha fatto meno sponde (12 a 27) e sono diminuiti anche i passaggi andati a buon fine (da 135 a 106). In zona gol, invece, non c’è nessuna differenza particolare, ma è chiaro che Montella e Bacca dovranno comunque trovare le giuste contromosse per aiutare il colombiano ad essere più coinvolto nella manovra rossonera.