Tuttosport - Il Milan attende la chiamata dal Belgio e Charles si taglia lo stipendio

29.07.2022 08:02 di Francesco Finulli   vedi letture
Tuttosport - Il Milan attende la chiamata dal Belgio e Charles si taglia lo stipendio
MilanNews.it

La trattativa tra Milan e Bruges per Charles De Ketelaere sta diventando degna delle migliori serie tv americane. Da settimane ormai la dirigenza rossonera è al lavoro per portare il talento belga alla corte di Pioli, ma la squadra Campione del Belgio si sta rivelando un osso ancor più duro del previsto. Finalmente sembra che si possa essere arrivati alla stretta finale ma i rossoneri devono ancora una volta aspettare che squilli il telefono.

Attesa

Come riporta questa mattina Tuttosport, Maldini e Massara sono in attesa della chiamata del Bruges in merito all'ultima offerta fatta pervenire un giorno fa. Sul piatto, tra parti fisse e variabili, sono stati messi i fatidici 35 milioni richiesti dai neroazzurri: a breve si saprà se veramente era questa la cifra necessaria per far cadere la resistenza della squadra di De Ketelaere. Ci vuole ancora pazienza, virtù che nel corso delle ultime settimane è stata forse un po' persa dai tifosi che volevano una chiusura rapida dell'affare, ma mai mancata ai vertici dirigenziali rossoneri che, nonostante tutte le difficoltà dell'operazione, sono andati avanti con fiducia. Si aspetta una risposta dunque, con il calciatore che intanto si allena singolarmente e a parte e ha saltato la prima giornata di campionato, dopo non aver giocato nemmeno la Supercoppa nazionale.

Charles come Sandro

Traino fondamentale della trattativa è al momento la ferrea volontà di De Ketelaere di vestire la maglia del Milan nella prossima stagione. Il calciatore ha già trovato un accordo con i rossoneri e non ha voluto sentire altre proposte, soprattutto quella del Leeds che poteva essere anche più vantaggiosa dal punto di vista economico. Ma per il classe 2001 non è questione di soldi. Infatti, secondo un'indiscrezione filtrata ieri, sembrerebbe che Charles abbia deciso di rinunciare a circa 400mila euro di ingaggio rispetto all'accordo originario raggiunto con i Campioni d'Italia. Si parlava dunque di un quinquennale a 2.7 che, invece, diventerebbero 2.3 milioni a stagione. Un gesto che vale più di mille parole e che ricorda da vicino quello compiuto da Sandro Tonali la scorsa stagione che si decurtò lo stipendio pur di tornare a Milanello. Il Milan è deciso, il giocatore ancora di più: manca solo l'ok del Bruges.