Il multietnico Merkel resta in prima squadra

02.08.2010 09:00 di Antonio Vitiello  articolo letto 9328 volte
Fonte: Gazzetta dello Sport
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Il multietnico Merkel resta in prima squadra

Polmoni d’acciaio e talento da vendere. Al Milan lo coccolano come un futuro campione, per ora è solo una speranza. Resta il fatto che Alexander Merkel, 18 anni, si è ritagliato uno spazio importante nella tournée e resterà in prima squadra per tutta la stagione. E’ una mezzala destra (anche se ieri ha giocato da trequartista), ha corsa e buona visione di gioco, conosce i tempi dell’inserimento ed è puntuale nei ripiegamenti. Nato il 22-2-92 in Kazakistan da genitori bielorussi (il suo idolo è Hleb), a 6 anni è emigrato in Germania. Ha iniziato nel Westerwald, poi è passato allo Stoccarda, società da cui il Milan lo ha prelevato nel 2008 grazie al deciso intervento di Braida. Ha giocato nell’Under 15 e Under 19 della Germania, ma ora ha rifiutato la convocazione per l’Under 21 tedesca nella speranza di una chiamata dalla nazionale bielorussa.