Primavera, Bianchi (all. portieri) a MC: "Il metodo Milan innovativo grazie a strutture e personale. Su Brocchi..."

 di Thomas Rolfi Twitter:   articolo letto 15234 volte
© foto di Dario Fico/TuttoSalernitana.com
Primavera, Bianchi (all. portieri) a MC: "Il metodo Milan innovativo grazie a strutture e personale. Su Brocchi..."

Giorgio Bianchi, allenatore dei portieri della Primavera del Milan, ha parlato davanti alle telecamere di Milan Channel. Queste

Sull'innovazione del metodo Milan:  "Le strutture e le persone che ci mette a disposizione il Milan sono eccezionali. Tutti gli allenamenti sono ripresi e tutte le sere possiamo riguardare gli allenamenti e sfruttarli per migliorare noi e per far migliorare i portieri in quelli successivi".

Sul portiere che partecipa all'azione: "Si sposa perfettamente con le richieste dell'allenatore. A noi piace moltissimo e quindi curiamo particolarmente questa cosa. In funzione a dov'è la palla il portiere deve sapere se andare sul lato forte o su quello debole. Una volta il portiere non doveva saper giocare con i piedi, nel calcio moderno è fondamentale".

Sulla filosofia Milan: "La cura del particolare è fondamentale e poi la possibilità di lavorare con ragazzi di 12 anni su aspetti tecnici in modo che poi possano esasperare questi concetti in Primavera e ciò gli permette la lettura corretta poi in partita".

Sulla settimana-tipo di allenamenti: "Tutti i giorni c'è un lavoro che tocca tutte e tre le aree. L'inizio del lavoro è più analitico, per memorizzare il gesto tecnico. Poi si lavora in maniera cognitiva, per arrivare più vicini alla gara al lavoro situazionale, per provare situazioni che possono succedere in gara. Nei ragazzi più giovani l'aspetto analitico viene curato di più".

Su Brocchi: "Il valore aggiunto che ha lui è l'equilibrio interno, perchè non si lascia mai trascinare dall'onda emotiva dei risultati e poi l'amore per il calcio che ha che trasmette ai ragazzi e che a loro volta interiorizzano: questo li aiuta ulteriormente a crescere".