Attenzione al massimo e pochi cambi. Montella punta la Coppa Italia senza troppe rivoluzioni

 di Pietro Mazzara Twitter:   articolo letto 17269 volte
Attenzione al massimo e pochi cambi. Montella punta la Coppa Italia senza troppe rivoluzioni

Nel segno della continuità. Vincenzo Montella è stato chiaro: la formazione titolare non si stravolge. L’allenatore rossonero, in merito agli undici che scenderanno in campo domani sera contro il Torino, ha dato delle indicazioni precise, specificando di non vedere la necessità di rivoluzionare la formazione iniziale che, però, subirà qualche cambiamento negli interpreti rispetto alla gara di domenica sera contro il Cagliari.

UNO PER REPARTO - Stando alle indiscrezioni post rifinitura, la formazione titolare che affronterà il Torino dovrebbe prevedere Donnarumma in porta con Calabria (al rientro in campo dopo oltre tre mesi di assenza), con Paletta e Gustavo Gomez in mezzo. Il paraguaiano prenderà il posto di Romagnoli, che è stato colpito da sindrome influenzale e non risulta nell’elenco dei convocati. A sinistra, invece, ci sarà De Sciglio che avrebbe potuto godere di un turno di riposo, ma il problema fisico riscontrato da Antonelli lo ricolloca nei titolari. In mezzo al campo ci sarà il ritorno di Kucka insieme a Sosa e Bertolacci. In attacco, Suso e Bonaventura saranno ai lati di Lapadula, che verrà preferito a Bacca.

CONTINUITA’ - Tra i meriti di Montella c’è quello di aver saputo creare un gruppo di giocatori che hanno assimilato al meglio i suoi principi di gioco ed è anche per questo motivo che l’allenatore è apparso sereno quando ha parlato dell’approccio della sua squadra alla partita di domani. Tuttavia ha anche rimarcato come la Supercoppa di Doha sia quasi un lontano ricordo, come giusto che sia, perché cullarsi sugli allori non serve e questo Milan non può permettersi cali di tensione anche perché, la Coppa Italia, è uno degli obiettivi stagionali da provare a raggiungere.