Tuttosport - Cinque mosse per tornare Milan: le scelte di Gattuso, preparazione atletica e libertà a Suso

 di Daniele Castagna Twitter:   articolo letto 33060 volte
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Tuttosport - Cinque mosse per tornare Milan: le scelte di Gattuso, preparazione atletica e libertà a Suso

Probabilmente è ancora presto per parlare di svolta, ma questo Milan inizia a convincere. O quantomeno, come sottolinea Tuttosport oggi in edicola, evidenzia dei cambiamenti sostanziali portati dalla nuova gestione di Gattuso. Cinque mosse, cinque scelte sotto gli occhi di tutti che hanno già mutato l'aspetto del Diavolo. Le prime soddisfazioni sono arrivate (derby di TIM Cup) e la risposta di Firenze fa sorridere e per il Milan di questi tempi, scrive Tuttosport, è... tanta roba. 

PREPARAZIONE E DIFESA - Ma tornando alla manita di novità introdotte da Rino, impossibile non partire dalle due basi solide: la difesa a quattro e la preparazione. La retroguardia, dopo un paio di uscite deludenti, è stata cambiata in maniera ponderata, tornando alla vecchia linea a 4. Risultati alla mano, Gattuso aveva capito che la difesa a 3 offriva più difetti che pregi, inutile dunque proseguire. Con buona pace del mercato estivo, impostato sullo schieramento simil-Juventus. In fase di preparazione invece, sorvolando i recenti pasticci (l'addio di Marra, i mesi senza preparatore, la firma di Innaurato e le recenti dimissioni), Rino ha puntato tutto sulla corsa e sulla necessità di muoversi meglio, scrive Tuttosport. Il Milan, si legge, ci sta pian pian riuscendo, aggiungendo un altro piccolo segreto della rinascita milanista. 

GRUPPO, CUTRONE E SUSO - Poste le due basi, è tempo di costruire la casa. Di costruire il Milan. E sono tre i fattori chiave nel nuovo Diavolo di Rino: il gruppo, la fiducia a Cutrone e l'assoluta libertà a Suso. Inutile nasconderlo, Gattuso ha saputo ricompattare lo spirito di squadra, dopo mesi in cui il Milan sembrava spaccato a metà: in poche parole, quelli che già c'erano da una parte, i nuovi dall'altra. Con Gattuso le parti si sono avvicinate, giungendo al buon risultato attuale: a Milanello, rivela Tuttosport, i giocatori stanno anche oltre l'orario degli allenamenti per lavorare insieme, felici di questa condivisione. E quando il gruppo è coeso, i singoli brillano. È il caso di Patrick Cutrone, lanciato nella mischia senza paura dall'ex centrocampista del Diavolo. Con Montella aveva spazio, ma in partite meno importanti: con Rino ha fiducia a 360 gradi, giocando a Firenze e decidendo un derby di Coppa Italia. E parlando del gol all'Inter, impossibile non passare all'assist-man di quell'azione: lo spagnolo Suso. Se l'ultimo Montella aveva relegato l'ex Liverpool in panchina in certe gare, Rino gli ha restituito le chiavi di tutto il Milan, in completa libertà dell'intero fronte offensivo. Nessuna gabbia, nessuna posizione innaturale, gioca dove si sente meglio. E Suso pare aver gradito, tornando a segnare e sfornare assist. Le cinque mosse di Gattuso per tornare Milan.