ESCLUSIVA MN - Ag. Cutrone-Bellanova: "Aperti a qualsiasi soluzione per Patrick. Raoul? Valuteremo con il Milan cosa fare"

 di Thomas Rolfi Twitter:   articolo letto 48070 volte
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
ESCLUSIVA MN - Ag. Cutrone-Bellanova: "Aperti a qualsiasi soluzione per Patrick. Raoul? Valuteremo con il Milan cosa fare"

La redazione di MilanNews.it ha contattato Donato Orgnoni, agente di diversi giocatori del Milan come ad esempio Patrick Cutrone e Raoul Bellanova, ma anche Mattia El Hilali e Andres Llamas. Con il procuratore, facente parte dello staff di Giovanni Branchini, abbiamo parlato della situazione dei suoi assistiti.

Partiamo da Bellanova, ultimo aggregato con la prima squadra. E' da considerarsi promosso con i 'grandi' a tutti gli effetti?
"A livello ufficiale non ho nessuna notizia. So che dalla scorsa settimana è aggregato alla prima squadra, ma non so se rimarrà da adesso fino alla fine della stagione oppure no. Quindi saranno Gattuso e la società a decidere come gestirlo. E' normale che io mi auguri che rimanga in prima squadra per crescere e maturare".

Quanto potrebbe essere importante per Bellanova continuare ad allenarsi con un allenatore come Gattuso, con cui ha lavorato già in Primavera e che conosce i suoi pregi e i suoi difetti?
"Il calcio è fatto di episodi e opportunità. Quella di Gattuso in prima squadra per Raoul può essere un'opportunità, come per tutti gli altri ragazzi della Primavera. Ci sono altri ragazzi che meriterebbero di allenarsi in prima squadra ogni tanto. Il mister può influenzare l'inizio di una carriera, sia se ti vede di più sia se ti vede di meno. Poi alla lunga, per me vale la regola del campo. Se uno è bravo, è bravo. Magari farà più fatica, ma arriverà".

E' possibile che Bellanova possa partire in prestito per andare a giocare in qualche squadra professionistica magari già a gennaio?
"Raoul è un ragazzo del 2000, ancora molto giovane. Sinceramente se dovesse rimanere al Milan ne sarei ben contento, però valuteremo insieme. Magari sarà la stessa società a dirmi 'pensiamo di far fare a Raoul una strada alternativa a quella di tenerlo in prima squadra'. Ovvio che se dovesse essere aggregato con la prima squadra da qui a fine stagione sarebbe un ottimo passo, per quanto mi riguarda. Però come dicevo, così Gattuso come lo conosce bene, anche la società sui giovani sta lavorando bene".

A proposito di giovani che stanno bruciando le tappe, Cutrone. Gattuso nella conferenza di presentazione ha dichiarato che Patrick ha 'il veleno addosso, sembra tarantolato e ha grande passione', tutte caratteristiche che vuole vedere nella propria squadra.
"Sicuramente rispecchia molto il carattere del mister. E' lì, insieme a lui ci sono altri due giocatori come Kalinic e Andrè Silva che hanno già giocato in campionati importanti. Se la gioca alla pari. Di sicuro il carattere di Gattuso assomiglia molto a quello di Patrick e questo potrà sicuramente aiutare molto entrambi a crescere e a conoscersi".

Su Cutrone in estate c'era il Crotone, che ha provato in tutti i modi a prenderlo in prestito, ma il Milan ha detto di no. Crede che sia stata la cosa giusta rimanere in rossonero?
"Se vediamo la situazione in questo momento sicuramente sì, visto che i risultati sono ottimi. Ciò non toglie che, come allora eravamo aperti a qualsiasi tipo di soluzione, come lo siamo anche adesso. Valuteremo tutto con la società, perchè alla fine sarà lo stessa società e lo stesso mister a dircelo. Io non penso che in questo momento il Milan si voglia privare di Patrick. Con il Milan e con Gattuso abbiamo un ottimo rapporto, perciò non ci poniamo il problema. Cercheremo di trovare la soluzione più adatta per il ragazzo e per la società".

Due giocatori fuori quota e che militano nella Primavera rossonera sono El Hilali e Llamas. A che punto sono per quanto riguarda il loro percorso di crescita?
"In questo momento stanno mantenendo quello che ci eravamo prefissati. Avevamo fatto un programma e devo dire che sia Andres che Mattia sono cresciuti molto. Anche in quel caso prenderemo in considerazione con la società come muoverci e cosa fare, magari già a gennaio con un'esperienza fuori. Quindi valuteremo".