ESCLUSIVA MN - Eranio: “Una vittoria dopo tante parole. Troppa fatica a segnare, ok Bonucci ma può fare di più”

 di Antonio Vitiello Twitter:   articolo letto 15568 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
ESCLUSIVA MN - Eranio: “Una vittoria dopo tante parole. Troppa fatica a segnare, ok Bonucci ma può fare di più”

Con l’ex rossonero Stefano Eranio abbiamo analizzato la vittoria del Milan a Sassuolo, fondamentale per il morale della squadra e per la classifica, ecco il suo punto di vista a MilanNews.it. 

Il successo a Reggio Emilia scaccia la crisi?

“Ci voleva, dopo tante parole e pressioni sull’allenatore era giusto tornare a vincere. A livello tecnico non c’è paragone tra le due squadre, spero che questa vittoria possa dare serenità all’ambiente, mi auguro che non sia solo un caso isolato. L’allenatore sta cercando di fare del suo meglio, ci vuole compattezza tra società e ambiente, Montella sta provando con tutte le sue forze ma alla fine sono solo i risultati che danno una mano in questo”.  

Nella prima parte di gara la squadra era contratta, poi il gol di Romagnoli ha sbloccato tutti mentalmente…

“Si fa troppa fatica a fare gol, quello è lo scopo di tutto. Purtroppo tante volte hanno fatto fatica anche a  costruire azioni da gol. Ieri Kalinic ha avuto una palla per sbloccare la gara, prima del gol di Romagnoli, poi dall’angolo è scaturito il vantaggio, ma un minuto prima aveva avuto una grande opportunità, bisogna concretizzare di più. E’ normale che quando vinci le partite ti alleni con più serenità, il calcio dipende solo dai risultati”.

Tre punti che salvano anche Montella…

“Se sei ottavo o settimo in classifica è normale che ad ogni partita ci sarà qualcosa da dire. A meno che non ci sia una cavalcata in cui fai tante vittorie, Montella sarà sempre in discussione. Ha avuto la sfortuna di perdere Bonaventura e Conti, giocatori che possono fare la differenza”.

Il ritardo accumulato è notevole, pensi che la stagione sia già compromessa?

“Compromessa no, però non mi aspettavo questo handicap. Credo ci sia ancora il tempo per recuperare, non bisogna mettere troppe pressioni, già ce ne sono abbastanza. Montella cerca di fare del suo meglio ma è sempre il risultato che aiuta l’allenatore. Ad esempio l’Inter nelle prime partite ha avuto fortuna a vincere, ha permesso di trovare la giusta via, il Milan invece appena qualcuno sbagliava beccava gol, questo non ha portato serenità ma solo difficoltà a migliorare”.  

Segnali di risveglio per Bonucci, sei d’accordo?

“Bonucci deve trovare serenità. Sa che è costato tanto, sa che può dare di più. L’ho visto meglio ieri col Sassuolo ma può fare ancora di più, può diventare il leader del Milan. Tante volte lo vedo ancora non troppo sicuro e penso sia figlio dell’andamento della squadra. Tutti possono fare di più, la medicina più importante è la vittoria, non importa come ma ti permette di lavorare con maggiore serenità. Tanti non stanno dimostrando il loro valore ma sono sicuro che cresceranno”.

di @AntoVitiello