MN - Voluntary Milan: lettera dall’Uefa per ulteriori verifiche, ma nessun verdetto. Esclusione dalle Coppe non presa in considerazione

 di Antonio Vitiello Twitter:   articolo letto 36171 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
MN - Voluntary Milan: lettera dall’Uefa per ulteriori verifiche, ma nessun verdetto. Esclusione dalle Coppe non presa in considerazione

Le indiscrezioni fatte uscire dal quotidiano Marca su una presunta risposta negativa dell’Uefa al voluntary agreement chiesto dal Milan, hanno alzato un nuovo polverone intorno alla società rossonera. Da parte dell’Uefa non c’è stato ancora nessun tipo di verdetto dopo ulteriori verifiche effettuate dal club stesso in mattinata, apprende MilanNews.it.  Il Milan però ha ricevuto una lettera dall’Uefa in cui oltre al materiale ottenuto prima e durante l’incontro con l’ad Marco Fassone, hanno chiesto un ulteriore approfondimento e documentazione per sostenere il piano di rientro presentato dall’amministratore delegato a Nyon.  

Il Milan risponderà alla lettera cercando di fornire all’Uefa tutto ciò che è necessario per ottenere il voluntary agreement, dopodiché il body financial esaminerà le nuove documentazioni per prendere una decisione. Il termine ultimo per ottenere una risposta è fissato sempre entro Natale. La richiesta di ulteriore documentazione può essere letta in chiave positiva perché vorrebbe dire che non c’è stata ancora una decisione definitiva, ma si vuole scavare a fondo per capire meglio i piani del Milan.

L’ipotesi dell’esclusione dalle coppe non viene nemmeno presa in considerazione dal Milan. In primis perché c’è ancora tempo per la risposta dell’Uefa su voluntary, se dovesse andar male allora si passerà al settlment agreement che sarà discusso in Primavera, con sanzioni che vanno da multe a penalità sulle rose, come successo a Inter e Roma in passato. L’esclusione dalle coppe è vista al momento come una soluzione drastica ed eccessiva.

di Antonio Vitiello