L'urlo del Noce terrorizza anche l'Europa

 di Salvatore Trovato  articolo letto 15840 volte
© foto di www.imagephotoagency.it
L'urlo del Noce terrorizza anche l'Europa

Quaranta minuti più un istante da infarto, di quelli non adatti ai deboli di cuore. Antonio Nocerino, dopo aver conquistato la Milano rossonera, si prende anche l’Italia. Subentrato a dieci minuti dalla fine dei tempi regolamentari, il centrocampista azzurro sfiora il gol al fotofinish con una giocata da urlo: sbuca da dietro come un fantasma, sorprendendo l’intera retroguardia di Sua Maestà, accarezza il pallone con il sinistro e incrocia a botta sicura con il destro, trovando sulla sua strada un Johnson monumentale. Poco male. Il Noce si rimbocca le maniche, continua a giocare con personalità e, al decimo del secondo tempo supplementare, segna il gol che illude tutti: colpo di testa sotto la traversa e... sbandierata dell’assistente. Buonanotte ai suonatori? Manco per idea. Il match prosegue, si va alla lotteria dei rigori. Sul dischetto, si sa, si presentano solo i migliori, quelli che se la sentono, quelli che hanno carattere, o meglio, gli attributi. Insomma, roba per Nocerino, che sfida negli occhi l'estremo difensore Hart, freddandolo con una conclusione chirurgica. Dal Palermo alla semifinale di un Europeo, passando per una strepitosa stagione al Milan: (ri)inizia praticamente da qui la carriera di un ragazzo che ha voglia di stupire ancora.