ESCLUSIVA MN - Paolini: "Caio interessante ma dovrà ambientarsi, il Milan ha bisogno di un giocatore pronto. Paquetà può diventare un grandissimo"

17.11.2018 14:00 di Redazione MilanNews Twitter:   articolo letto 25481 volte
Fonte: Intervista di Antonio Vitiello
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
ESCLUSIVA MN - Paolini: "Caio interessante ma dovrà ambientarsi, il Milan ha bisogno di un giocatore pronto. Paquetà può diventare un grandissimo"

Stefano Paolini, consulente di mercato per il Brasile, è stato intervistato in esclusiva da MilanNews.it per fare il punto su Rodrigo Caio e Paquetà. Il club rossonero è alla ricerca di un centrale e Rodrigo Caio è in orbita, abbiamo provato a conoscerlo meglio, così come il giovane talento prelevato dal Flamengo.

Cosa può dirci di Rodrigo Caio?

"Non c'è una sessione di mercato dove non si parli di Rodrigo Caio, in particolare a gennaio. Se n'è parlato tanto anche in chiave Lazio. E' un giocatore che è stato sempre pronto per venire in Europa e la cosa non si è mai concretizzata. Il calciatore ha anche il passaporto comunitario e questo potrebbe favorire il suo trasferimento. E' un giocatore che ha avuto anche un po' di sfortuna, magari si infortunava in un momento particolare. Quest'anno si è infortunato al legamento quando era sotto gli occhi per una possibile pre-convocazione col Brasile. E' un destro, può giocare al centro nella difesa a tre o a destra nella difesa a quattro. Una volta è stato utilizzato anche come laterale, sa adattarsi, sa uscire palla al piede e lo ha dimostrato in passato. Ma viene da un'annata che non è stata delle migliori, inoltre quando prendi dei brasiliani a gennaio prendi dei giocatori che hanno giocato per un anno intero. In primis si deve adattare, il che non è contemplato dalle regole non scritte del mercato di gennaio, altrimenti che mercato di riparazione è. Oltre a venire dalla profusione di sforzi dopo un anno intero".

Pensa che potrebbe fare a caso del Milan?

"Ci può stare ma bisognerebbe vedere cosa vuole fare il Milan nel mercato gennaio. Se ti serve un giocatore pronto subito per sopperire agli infortuni non prenderei Rodrigo Caio, perché si dovrebbe ambientare. Serve un giocatore pronto subito. E' un giocatore interessante e scalpita per venire in Europa, sarebbe motivato, è giovane, da questo punto di vista ci sono tutti i presupposti per fare bene, ma il mercato di gennaio è una trappola. Se ti serve un mestierante perché stai pensando a questa stagione serve qualcuno da buttare subito nella mischia a mordere le caviglie. Se invece prendi un giocatore per programmare perdonandogli se non ti rendesse da subito in questa seconda metà di stagione allora va bene. Bisogna vedere cosa stanno programmando".

Anche Paquetà dovrà adattarsi...

"Per Paquetà il discorso è diverso. Ha l'età dalla sua e tutto per diventare un grandissimo. E' un giocatore che ci sta prenderlo in una sessione di gennaio per assicurarselo. E' un giovane e da subito non gli si chiede di risolvere le partite, sei mesi di ambientamento possono fargli bene. Ad un giovane, seppur pagato una cifra importante, gli si perdona il fatto che all'inizio non si ambienti subito, soprattutto in quel ruolo. Ad un difensore non glielo perdoni. Può diventare un campione, a me piace come giocatore".