Verso Inter-Milan: tutti i derby di Milano giocati infrasettimanalmente nel nuovo Millennio

26.01.2021 17:36 di Salvatore Trovato   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Verso Inter-Milan: tutti i derby di Milano giocati infrasettimanalmente nel nuovo Millennio

Milan e Inter hanno chiuso il girone d’andata rispettivamente al primo ed al secondo posto. Sono passati 11 anni dall’ultima volta che i due club meneghini hanno occupato le prime due piazze della classifica. 11 anni lunghissimi, in cui presidenti e monarchi si sono avvicendati, il papa è cambiato, sono scoppiate nuove guerre ed una pandemia globale ha stravolto le vite di tutti noi. 11 anni di attesa infinita, ma adesso, finalmente, Milano è tornata capitale del calcio italiano. E la passione ribolle nei tifosi, alle porte della sfida tra rossoneri e nerazzurri: martedì 27 gennaio 2021 andrà in scena il “Derby della Madonnina”. Un appuntamento imperdibile, che non perde il proprio fascino nonostante le porte chiuse e la posta in palio, che consegna al vincitore l’accesso alle semifinali di Coppa Italia, e non lo Scudetto. Non rovinerà la festa nemmeno il fatto che si giochi di martedì sera, giorno che non ha la stessa attrattiva di un sabato o domenica, ma conserva comunque un passato ricco di storia. Soprattutto nel nuovo Millennio, quando spesso e volentieri Milan ed Inter si sono giocati infrasettimanalmente trofei prestigiosi.

SPECIAL GUEST: LA CINQUINA DEL ‘98

L’intenzione era quella di elencare i derby degli anni 2000, ma è doveroso fare uno strappo alla regola per ricordare uno evento clamoroso. Correva la stagione 1997/98, per i quarti di finale l’urna si sbizzarrì, accoppiando la Roma con la Lazio e il Milan con l’Inter. I biancocelesti, che avrebbero alzato la coppa fine stagione, passeggiarono sui cugini, e anche il Derby di Milano fu uno scontro impari. In particolare, rimane nella storia la sfida di andata, con il Diavolo che si impose per 5-0. Oltre all’autogol di Colonnese, segnarono Albertini, Ganz, Savicevic e Nilsen, per una “Manita” che i tifosi nerazzurri ricordano ancora con dolore. Quel risultato, invece, è stato presto cancellato dalle menti del popolo milanista, che hanno incentrato gli sfottò sul 6-0 dell’11 maggio 2001.

UN INIZIO AMARO

I tifosi rossoneri considerano gli anni 2000 uno dei periodi più felici per la propria squadra, eppure il III millennio è iniziato da incubo. Tra il 12 ed il 26 gennaio 2000 Milan e Inter sono tornati ad affrontarsi durante la settimana, di nuovo ai quarti di Coppa Italia. Stavolta, però, ad avere la meglio furono i nerazzurri, nonostante i 3 gol in due partite di Andrij Shevchenko. 3-2 per i nerazzurri all’andata, alla squadra allora allenata da Lippi bastò un pareggio al ritorno: Milan eliminato. Particolarità di quella sfida fu che, fatta eccezione per Mutu, tutti i marcatori interisti hanno vestito entrambe le maglie dei club milanesi: Baggio, Vieri e Seedorf.

CHAMPIONS LEAGUE 2003: CAMPIONI D’EUROPA

Tra i vari derby infrasettimanali, il più celebre rimane sicuramente il doppio confronto del 2003. Semifinali di Champions League, il primo storico scontro internazionale tra Milan e Inter in gare ufficiali: in palio la finale di Manchester contro la Juventus. Erano anni d’oro per il calcio italiano, che 3 anni più tardi avrebbe festeggiato con la Nazionale di Lippi il quarto Mondiale della sua storia. Nella semifinale con sede unica a San Siro, a fare la differenza fu il fattore campo: 0-0 in casa dei rossoneri, 1-1 al Meazza sponda Inter, con gol di Shevchenko e Martins: Diavolo in finale. La conclusione di quella competizione, poi, la conoscono tutti...

LA (TENTATA) RIVINCITA DEL 2005

La storica sfida del 2003 si ripeté 2 anni dopo, quando Inter e Milan si ritrovarono in Champions League, stavolta ai Quarti di finale. Pareva che il destino avesse voluto dare una seconda chance all’Inter, che però non seppe approfittarne. Il Diavolo trionfò nettamente, vincendo 2-0 all’andata e 0-1 al ritorno in “trasferta”, anche se quella partita venne sospesa per gli incidenti provocati dal tifo nerazzurro, con conseguente successo a tavolino per il Milan. L’incontro con i cugini non portò però fortuna a Maldini e compagni, che persero clamorosamente la finale ad Istanbul. Una ferita ancora aperta, ricucita solo in parte con la vittoria della Champions 2006/07, ottenuta grazie alla rivincita nella finale di Atene.

ANCORA COPPA ITALIA: CUTRONE DECISIVO

L’ultimo esempio in ordine di tempo rimane quello del 2017. Di nuovo in Coppa Italia, Milan e Inter sorteggiate l’una contro l’altra ai quarti. Rispetto agli scontri citati in precedenza, il fascino del derby non era più lo stesso, con entrambi i club lontani dalla coppa dalle grandi orecchie. Eppure, quella partita fu comunque coinvolgente, con un finale amarissimo per i nerazzurri. Il Milan di Yonghong Li, nonostante una campagna estiva di oltre 200 milioni di investimenti, vinse ai supplementari con la zampata vincente di Cutrone, un prodotto del settore giovanile, attualmente al Wolverhampton. Tuttavia è necessario menzionare anche Antonio Donnarumma, il terzo portiere autore di una prestazione strepitosa, al contrario delle aspettative.

In Coppa Italia il “Derby della Madonnina” tornerà in scena di martedì, e l’augurio, indipendentemente dal risultato, è quello che la partita sia in grado di regalare grandi emozioni.

si Giovanni Picchi