TMW - L'annuncio di Conte: "Torno a giugno. Il R.Madrid non mi ha usato"

12.11.2018 14:44 di Antonio Vitiello Twitter:   articolo letto 34971 volte
© foto di Insidefoto/Image Sport
TMW - L'annuncio di Conte: "Torno a giugno. Il R.Madrid non mi ha usato"

"Complimenti ad Allegri, una panchina d'oro meritatissima. Sta facendo un grande lavoro. Penso che la Juve in questi anni si sia attrezzata e migliorata anno dopo anno, ora è tra le top in Europa e nel mondo, ha tutte le carte in regola per vincere la Champions". Parole e pensieri di Antonio Conte, allenatore che ha rilasciato una lunga intervista a Coverciano a margine dell'assegnazione della panchina d'Oro. 

<b>Mancata convocazione di Parolo, che ne pensi?</b>
"Da ex ct dico che è giusto rispettare le scelte, io ora non sono il commissario tecnico. Roberto Mancini sta facendo un ottimo lavoro. Per Parolo ho grande affetto per il giocatore e per l'uomo". 

<b>Come la trovi la Serie A?</b>
"La Serie A la trovo di livello importante, è più competitiva e lo si può vedere anche in Europa. Bisogna andare avanti su questa strada". 

<b>Dove ti vedi in questo momento?</b>
"Per il momento mi vedo a casa, mi sto aggiornando e sto andando a vedere qualche collega. Sto guardano un po' tutti i campionati". 

<b>La tua favorita per la Champions?</b>
"Non voglio dirla... Ci sono quattro cinque squadre: Juventus, Barcellona, Real Madrid, Bayern Monaco, Manchester City e forse anche PSG". 

<b>Cosa pensa del gesto di Mourinho?</b>
"Non sono la persona più adatta per parlare di questo argomento". 

<b>A chi darebbe il pallone d'Oro?</b>
"C'è una giuria di esperti, giusto che decidano loro". 

<b>Le manca il campo?</b>
"Non sento necessità di tornare quanto prima, ho vissuto annate molto intense e sto utilizzando questo periodo per ricaricarmi". 

<b>Ti sei sentito usato dal Real Madrid?</b>
"Assolutamente no, non c'è da dire nulla. Voglio riposare fino a giugno. Poi nella vita mai dire mai...".

<b>Non accetterai quindi una panchina in corso?</b>
"In questo momento non sento questa necessità. Ma per un allenatore di livello prendere cose in corsa non è mai bello, meglio prendere una squadra a inizio stagione".