TS - Milan, il rinnovo di Romagnoli non è una priorità ma occhio ad aspettare troppo

20.05.2020 14:00 di Enrico Ferrazzi Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
TS -  Milan, il rinnovo di Romagnoli non è una priorità ma occhio ad aspettare troppo

Prima di parlare del suo futuro, in via Aldo Rossi hanno tante altre questioni da affrontare, ma per il prolungamento di Alessio Romagnoli non bisognerà comunque aspettare troppo. A riferirlo è questa mattina Tuttosport che ricorda che il suo contratto scade nel 2022, ma il Milan, per evitare di trovarsi nella scomoda situazione che sta vivendo ora con Gigio Donnarumma, dovrà cercare di sedersi al tavolo con il suo agente Mino Raiola il prima possibile. 

SERVE IL RINNOVO - Il rinnovo del capitano milanista non è quindi al momento di strettissima attualità, ma la sua situazione andrà affrontata non appena il Milan avrà sistemato i contratti di quei giocatori che sono scadenza il prossimo anno. Il 2021 è dietro l'angolo e in via Aldo Rossi devono assolutamente evitare di arrivare alla fine della stagione 2020-2021 senza avergli fatto firmare il nuovo contratto.

QUESTIONE INGAGGIO - Attualmente, Romagnoli guadagna 3,5 milioni di euro all'anno, vale a dire uno stipendio di poco superiore al limite che l'ad Gazidis vuole fissare per il monte ingaggi. La strategia del club di via Aldo Rossi, per convincerlo a rinnovare, potrebbe essere la seguente: proporre una base fissa di 3 milioni e aggiungere poi vari bonus che potrebbero permettere al difensore milanista di portare a casa anche più di quello che guadagna adesso.