Forza Tata. Valeri e le proteste. Theo e Zoe: noi sempre con voi

22.10.2022 00:00 di Mauro Suma   vedi letture
Forza Tata. Valeri e le proteste. Theo e Zoe: noi sempre con voi
MilanNews.it

La prima partita della stagione contro una neopromossa arriva esattamente quando l'avversaria non è ormai più una matricola. Lo è stata semmai nelle prime giornate una neopromossa il Monza, quando si guardava attorno un po' smarrita, un po' frastornata. Oggi invece quella di Palladino è squadra di categoria in A, è gruppo, è spirito, è intensità. Ergo, se questa sera vogliamo i tre punti dobbiamo andare a discuterli, a lottarli, a volerli. Con la stessa cattiveria con cui abbiamo voluto i punti di Marassi, del Castellani e del Bentegodi. Eppure c'è un salto di qualità da fare oggi a San Siro. Voler vincere con cattiveria prima della volata finale, con meno pressione sulle coronarie dei milanisti e con più praticità in area di rigore. Speriamo bene. Ho iniziato a provocare Adriano Galliani lunedì sera: "Lei non ce la fa a tifare Monza sabato...". Non ho ricevuto conferme. Ma nemmeno smentite. Forza.

In campo senza Mike. Un grandissimo portiere, lui e Leao fra i primi 25 del Pallone d'oro, lui e tanti altri stravotati dalla giuria dei calciatori dell'AIC. Non da propagande avversarie. Ma al di là delle graduatorie di merito che restituiscono ai milanisti quello che i curvaioli avversari dei social cercano di togliere con le loro cattiverie gratuite, Mike stasera non ci sarà. Per troppo amore. E per un pizzico di sfortuna. Tutte cose condite dalla cautela, dalla competenza e dalla tutela del nostro staff. Un abbraccio a Mike e un qua la mano a Tata. Chi va in campo a difendere la nostra porta deve essere accompagnato da fiducia e sostegno. È un nostro giocatore, ha la nostra maglia, vuole fare bene ed è pronto a migliorare e a dare tutto. Forza Tata.

A proposito del conforto che il tempo porta al Milan, ci sono le dichiarazioni dell'arbitro Valeri. Nello stesso campionato in cui è stata fatta caciara per una rimessa laterale e per un fallo tre ore prima del gol, alla fine stringi stringi è stato espulso Leao e non Hateboer. Con candore e buona fede, infatti, proprio Valeri che era al Var ad agosto la sera di Atalanta-Milan, ha riconosciuto che il fallo dell'atalantino sul portoghese non era solo rosso. Ma rosso porpora. Epperò siccome nessuno ha protestato...è finito in cavalleria. Grazie per l'onestà e la trasparenza, ma il Milan avrebbe potuto giocare un tempo intero undici contro dieci a Bergamo. E invece, siccome quelli della Sampdoria hanno protestato, in dieci ci è finito per futili motivi il Milan a Genova. E Leao, espulso per molto ma molto meno rispetto al fallo di Hateboer, ha saltato anche Milan-Napoli. Va bene, avanti lo stesso. La cosa veramente importante per tutti noi deve solo essere che Theo e Zoe riescano a superare lo choc quanto prima. Siamo e saremo sempre abbracciati a loro. Forza ragazzi. Forza.