Snodo scudetto. Cercasi vero Rebic. E Bologna-Inter?

06.03.2022 00:00 di Andrea Longoni Twitter:    vedi letture
Snodo scudetto.  Cercasi vero Rebic. E Bologna-Inter?
MilanNews.it

Stasera al Maradona la partita delle partite. La gara che può dare una spinta importante là in alto in classifica alle ambizioni scudetto di Milan e Napoli. La squadra di Pioli ci arriva dopo il derby di Coppa Italia che ha evidenziato segnali di crescita rispetto alle precedenti prestazioni deludenti. Quest'anno i rossoneri nei big match non hanno mai deluso. Va ricordato che la sconfitta dell'andata contro gli uomini di Spalletti è stata determinata dall'incredibile fuorigioco fischiato a Giroud a terra.

Episodio che ha tuttora un peso specifico importante nella classifica delle due squadre. La speranza è che stasera alle 22:30 non ci sia materiale per arrabbiarsi, dopo che anche martedì il Milan ha avuto di che recriminare da un punto di vista arbitrale. Nel rush finale, a partire da stasera, per Pioli sarà fondamentale recuperare il miglior Rebic. Il croato, fin qui, è il grande assente della stagione rossonera: solo 2 gol in tutto il campionato, addirittura 11 gare saltate per infortuni e soprattutto tante prestazioni non all'altezza. Ante deve svoltare in tutti i sensi: ritrovare la brillantezza dal punto di vista fisico, ma anche e soprattutto da un punto di vista mentale. Può, o meglio, deve essere l'arma in più. Infine un post-it doveroso su Bologna-Inter, gara che non è stata disputata il 6 gennaio a causa del focolaio scoppiato nello spogliatoio rossoblu, e che oggi non ha una data di recupero a causa dei ricorsi dei nerazzurri.

La Corte Sportiva d’Appello, lo ricordiamo, si è espressa decidendo che la gara si deve giocare, e ora si attende il Coni. E pensare che Marotta il giorno stesso della gara aveva espresso solidarietà nei confronti dei rossoblu: "Erano pronti a giocare, hanno subito una decisione dell'ASL". Le possibilità che il ricorso dei nerazzurri venga accolto erano, sono e saranno pari allo zero. E allora perchè incaponirsi? E' chiaro che l'intento dell'Inter sia quello di giocare la partita il più tardi possibile.

Così ha evitato di disputarla in un periodo già denso e lo farà ad Aprile o a Maggio, quando tra l’altro il Bologna probabilmente avrà raggiunto in classifica la quota salvezza e non avrà più molto da chiedere al Campionato. Rifarsi ai ricorsi è legittimo, in linea teorica, ma qui il fine fa la differenza. Farlo per giocare più avanti la gara, non è da grande Club e, diciamocelo, rischia di condizionare anche la lotta Scudetto. Il tema, purtroppo, è finito nel dimenticatoio.