Milan-Boquete, Pennestri (LTA Agency): "Con Veronica i rossoneri lotteranno per lo Scudetto"

12.11.2020 23:00 di Thomas Rolfi Twitter:    Vedi letture
Milan-Boquete, Pennestri (LTA Agency): "Con Veronica i rossoneri lotteranno per lo Scudetto"

Il Milan Femminile ha acquistato una giocatrice di livello internazionale. Stiamo parlando di Veronica Boquete, trequartista spagnola. Dell'arrivo della forte giocatrice classe 1987, ha parlato Alessandro Pennestri ai microfoni di calciomercato.com. Ecco le parole del rappresentante italiano della LTA Agency, agenzia di intermediazione che lavora, tra le altre, anche con Boquete.

Sull'idea di approdare al Milan: "Io credo che il Milan stia facendo in questi anni un processo di crescita e mutazione tecnica, partendo comunque da un livello alto iniziale. Una crescita che l’ha portato a compiere una serie di scelte negli anni che ha permesso di costruire la propria identità tecnica, che le permette di essere oggettivamente la principale rivale o una delle più accreditate, della Juventus pluri-campione d’Italia.  Quindi l’arrivo di Vero, in questo contesto, non è altro che il compimento del  processo di crescita, e di internazionalizzazione che un marchio come quello del Milan ha nel suo DNA. Poi va riconosciuto all’ambiente e alla dirigenza di fare scelte mirate e ben ponderate, con convinzione ed una certa competenza, e questo sta portando i suoi frutti".

Sulla firma con il Milan: "Il processo di firma come quello della trattativa, è sempre di carattere esclusivo e riservato tra giocatrice e Club. Il Milan è un grande club, conosciuto e riconosciuto nel Mondo, quindi penso che Vero abbia avuto piacere nel ricevere il loro interesse, ma sa da calciatrice navigata che grandi club hanno grandi aspettative dalle proprie tesserate, quindi sarà per lei una sfida importante, come le tante vinte nella sua carriera.  Io sono gratificato, nel vederla con quella maglia, è una occasione per tutto il movimento calcistico femminile italiano.  Lei che ha vestito maglie importanti in 3 continenti, vincendo molto, essendo anche ambasciatrice di questo sport nel Mondo, richiamerà grande interesse sul campionato e darà vita a quel percorso di rinnovamento che tutti stanno proponendo e stanno promuovendo". 

Sulla reazione di Boquete quando ha saputo del Milan: "Questo sarà lei a dichiararlo, posso dire che è stata felice di poter vivere questa esperienza in un grande Club, ed in un campionato nuovo come quello italiano. La maglia è una seconda pelle per le calciatrici, e lei ha sempre dimostrato di valere la sua fama".

Su cosa porta al movimento calcistico femminile italiano: "Come dicevo prima, credo che questo suo arrivo ha acceso ulteriormente i riflettori verso il nostro campionato. Grandi giocatrici portano grandi giocatrici, e quindi la voglia di cimentarsi in un campionato sempre più competitivo e tecnicamente valido, porterà in Italia tante giocatrici di spessore. Per le Italiane, poi, sarà l’occasione di migliorarsi e crescere. Io credo che le giovani, soprattutto, devono capire che è una grande opportunità giocare nei grandi Club, anche per poter assimilare da giocatrici più grandi ed esperte (sia loro stelle straniere o grandi giocatrici italiane), tutto quello che servirà loro per la carriera. Zola ha sempre dichiarato fondamentale per lui essere stato la “riserva” di Maradona al Napoli, e di quanto si soffermasse ad osservarlo in allenamento per carpirne tutti i segreti, e poi Zola ha fatto una grande carriera, in Italia ed all’estero. Credo che le calciatrici italiane debbano fare lo stesso, vedere queste calciatrici come delle opportunità importanti di crescita personale".

Torniamo al Milan e a Boquete: come cambia la dimensione rossonera femminile a livello internazionale e come cambiano gli equilibri nel nostro campionato?
"Il Milan ha come obbiettivo di andare in Europa, e portare il suo calcio in palcoscenici internazionali, attraverso la Champions, ma anche in match amichevoli e tornei (come fatto limitatamente per il Covid questa estate). E certo, le calciatrici arrivate questa estate, e l’arrivo di Vero ora, sono un chiaro messaggio in tal senso. Ma sono sempre molto curioso di vedere la crescita delle italiane, in questo tempo, attraverso il confronto in campo e fuori con queste atlete. Il Milan sicuramente avrà un ruolo importante nella corsa scudetto, ha già dimostrato quest’anno di tenere molto a questo obbiettivo ed io mi auguro che sarà lungo e combattuto, magari con Sassuolo, Fiorentina e Roma, che potranno partecipare alla contesa. Ma sarebbe stupendo e commercialmente interessante, vedere arrivare appaiate le due squadre allo scontro diretto di Torino, magari con un filo di speranza di rivederlo con il pubblico, sarebbe un bel segnale per il Paese (vedi attuale situazione) e per il movimento, poter tutti godere dal vivo di un bello spettacolo di sport".