Gregucci: "Il Milan non ha mai cercato degli alibi per giustificare gli ultimi risultati poco soddisfacenti"

24.01.2023 19:20 di Antonio Vitiello Twitter:    vedi letture
Gregucci: "Il Milan non ha mai cercato degli alibi per giustificare gli ultimi risultati poco soddisfacenti"
MilanNews.it
© foto di Paolo Baratto/Grigionline.com

Angelo Gregucci è stato intervistato dalla redazione di OA Calcio in vista di Lazio-Milan

Il Milan sta vivendo un momento difficile con gli ultimi risultati a dimostrarlo.

"Forse il primo in questo anno e mezzo. Ma c’è da fare un plauso a Pioli: non sta utilizzando le assenze come una scusante. Questa sera giocherà all’Olimpico senza Theo Hernandez, da mesi non può schierare Maignan tra i pali. Ma il Milan non ha mai cercato degli alibi per giustificare gli ultimi risultati poco soddisfacenti. Questa è una grande prova di maturità da parte del mister, ha sempre cercato di lavorare sulla rosa a disposizione e sulla mentalità dei suoi giocatori nonostante delle eccellenze di quella squadra fuori dal campo. Ma è innegabile l’offuscamento psicologico".

Da dove pensa che nasca questo momento no?

"Direi dagli ultimi 10 minuti della sfida con la Roma. Match dominato fino all’80’, ma poi due piazzati hanno permesso ai giallorossi di pareggiare. Da lì è cambiata l’inerzia della stagione, con risultati non proprio esaltanti in questo inizio di 2023".

Quale può essere la chiave tattica della partita?

"La storia ci insegna che i rossoneri sono una squadra trasformista, capace di cambiare l’assetto tattico a proprio piacimento, che sa trasformarsi in corsa. La Lazio di Sarri è una squadra che ha uno spartito che segue con attenzione: la partita si strutturerà su questo dualismo".