Kessie e la curiosa coincidenza: quando sbaglia rigore il Milan vince

11.05.2021 16:12 di Redazione MilanNews Twitter:    Vedi letture
Kessie e la curiosa coincidenza: quando sbaglia rigore il Milan vince
MilanNews.it
© foto di Image Sport

I tifosi rossoneri non potevano immaginare migliore la notte dello Stadium. Un sonoro 3-0 che ha mandato all’Inferno gli storici rivali della Juventus, il primo successo nel nuovo impianto bianconero, ha spalancato le porte al Diavolo per la prossima Champions League. Il Milan ha vinto meritandosi il distacco, avendo la meglio in tutti gli scontri della partita. Kjaer ha ammaestrato Morata, Calabria ha neutralizzato Chiesa e Cristiano Ronaldo (due qualsiasi), Brahim Diaz ha fatto ammattire i centraloni bianconeri, ma l’immagine della serata è senza dubbio la portentosa elevazione del giovane Tomori nell’occasione del terzo gol, a sbattere la porta in faccia a Giorgio Chiellini. Cambio generazionale?

L’unico che è tornato a casa meno soddisfatto sarà stato Frank Kessie, che non ha retto la pressione dal dischetto del rigore e si è fatto ipnotizzare da Szczesny. Errore che poteva costare caro: con un solo gol di vantaggio e con il verificarsi pochi minuti più tardi dell’infortunio di Ibrahimovic, i rossoneri hanno rischiato di cadere. Per fortuna del Milan così non è stato e, ironia della sorte, non è la prima volta che una situazione del genere si verifica.

Come noto, il “Presidente” ivoriano si è dimostrato uno specialista dagli 11 metri: sui 28 tirati in carriera, 25 sono andati a buon fine. Nelle tre occasioni in cui ha fallito, però, il Diavolo ha sempre vinto la partita.

Il primo errore è arrivato in un Milan-Chievo 3-2 del 2018: allora, dopo la rimonta rossonera firmata Cutrone-Andre Silva, il numero 79 era stato fermato da Sorrentino. Inoltre, Frank si è fatto parare un rigore da Dragowski questo novembre. Alla fine, però, il punteggio recitava Milan 2, Fiorentina 0.

I tifosi rossoneri ovviamente preferiscono veder segnare il proprio campione dagli 11 metri, ma se questo è l’andamento non dispiacerà loro accontentarsi di una vittoria, seppur con il rigore sbagliato.

Giovanni Picchi