Milan da solo in vetta: 3115 giorni dopo, i rossoneri riassaporano il primo posto

19.10.2020 07:12 di Gianluigi Torre Twitter:    Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Milan da solo in vetta: 3115 giorni dopo, i rossoneri riassaporano il primo posto

A oltre 3000 giorni dall'ultima volta, con otto stagioni in mezzo, il Milan di Stefano Pioli può riassaporare il dolce sapore del primato in classifica: come nel 2012, la vetta è solitaria, grazie al successo di ieri nel derby della Madonnina contro l'Inter. Una doppia soddisfazione per il tecnico parmigiano, che si gode i risultati strabilianti del dopo lockwdown e si pone in scia ai grandi allenatori del passato rossonero: in quel sabato 7 aprile era infatti Massimiliano Allegri ad allenare la formazione meneghina, in lotta a lungo per lo Scudetto prima di cedere il passo alla Juventus, che avrebbe vinto quel titolo e i successivi sette. Fatale al Milan 2011/2012 fu il ko casalingo contro la Fiorentina, firmato Amauri: una sconfitta da cui la squadra non si sarebbe più ripresa. Un tentativo di grandezza c'era stato però anche nel 2014, quando Filippo Inzaghi riportò i rossoneri in vetta per due gare, ma mai in solitaria, senza però riuscire a dare la giusta continuità alle prove di Menez e compagni. Proprio l'ingrediente segreto aggiunto da Pioli, che con l'aiuto di Ibrahimovic ha saputo ricreare un DNA di grande ambizione e mettere alle corde tutte le grandi della Serie A fino a raggiungere questo incredibile primo posto solitario dopo quattro giornate di campionato.