Hernandez incedibile. Tre prestiti dalle big d’Europa. Giroud, Adli e Kalajdzic: le ultime

16.06.2021 00:00 di Antonio Vitiello Twitter:    vedi letture
Hernandez incedibile. Tre prestiti dalle big d’Europa. Giroud, Adli e Kalajdzic: le ultime
MilanNews.it

Ci sono giocatori vendibili e altri intoccabili. Nel Milan c’è più di un elemento che appartiene alla prima categoria tra esuberi e rientranti dai prestiti, come ad esempio Diego Laxalt che a breve sarà della Dinamo Mosca per circa 4 milioni di euro, e altri giocatori che invece sono incedibili. A questa seconda categoria appartiene Theo Hernandez, considerato dalla società talmente indispensabile che qualsiasi eventuale offerta verrà rispedita al mittente, anche se dovesse trattarsi di una grossa cifra. Il Milan non vuole nemmeno aprire un dialogo per Theo, è chiuso in cassaforte a doppia mandata e ci resterà fino alla fine del calciomercato.

Allora perché i rossoneri stanno cercando un altro elemento importante sulla corsia sinistra come Junior Firpo? Non certo per mettere Theo sul mercato, anzi, per rinforzare la fascia mancina e renderla ancora più competitiva. Nell’arco della stagione il laterale francese avrà bisogno di tirare il fiato e la presenza di un giocatore affidabile come Firpo può lasciar tranquillo società e allenatore.

Il Milan formato Champions attingerà dalle rose dei migliori club d’Europa. Abbiamo detto di Firpo che vuole andare via dal Barcellona, ma non vanno dimenticati Brahim Diaz del Real Madrid e Diogo Dalot del Manchester. Tre trattative con tre grandi club che i rossoneri l’anno prossimo potrebbero affrontare sul cammino Champions. Ma i rapporti sono buoni e per questo Maldini e Massara stanno cercando di ottenere, in tutte e tre le trattative, dei prestiti con diritto di riscatto. Con Firpo e il Barcellona probabilmente è più complicato, mentre Diaz dal Real dovrebbe essere la più semplice grazie ai rapporti fantastici tra Ancelotti e il Milan. Da valutare anche la situazione di Dalot, ma probabilmente lo United vorrebbe farlo dopo l’Europeo e al momento non sembra orientato ad aprire al prestito con diritto perché vorrebbe monetizzare la cessione del portoghese.  

Ore cruciali per il futuro di Olivier Giroud. Gli agenti dell’attaccante stanno preparando la strategia per provare l’uscita dal Chelsea. Prima va trovato l’accordo economico con il Milan, ma un’intesa di massima c’è già. I rossoneri hanno lavorato in queste settimane ad un biennale a quattro milioni di euro, e saranno aiutati anche dal Decreto Crescita. Ora però gli agenti di Giroud dovranno ultimare e sigillare l’accordo prima di recarsi dai Blues per chiedere di essere lasciato libero. Il Milan è più che disponibile ad accogliere il francese, a patto che arrivi a costo zero. Olivier ha una promessa con i vertici del Chelsea e spera di avere l’ok per il trasferimento in Italia.

Il Milan inoltre sta lavorando anche ad un altro attaccante, e qui le condizioni del ginocchio di Ibrahimovic potrebbero influire. Ieri sono stati in sede gli agenti di Kalajdzic, punta classe 1997 dello Stoccarda e della nazionale austriaca. L’attaccante piace ma i costi sono elevati, se ne riparlerà più avanti. Intanto un altro giovane potrebbe essere il jolly dell’attacco e si tratta di Adli, classe 2000 del Tolosa che può giocare in più ruoli sulla trequarti. In queste ore dovrebbe arrivare un’accelerazione da parte del Milan che spera di chiudere prima della concorrenza.