Maldini-Massara, un nuovo inizio. Il raduno e le sue novità. Ziyech priorità, De Kete investimento da fare. Sesko idea

04.07.2022 00:00 di Pietro Mazzara Twitter:    vedi letture
Maldini-Massara, un nuovo inizio. Il raduno e le sue novità. Ziyech priorità, De Kete investimento da fare. Sesko idea
MilanNews.it

Inizia oggi la stagione del Milan campione d’Italia dopo un mese di giugno da pazzi, dove i rinnovi di Paolo Maldini e Ricky Massara hanno occupato, in maniera compulsiva, la quotidianità dell’universo milanista che mai come nell’ultimo mese ha vissuto così di pancia una questione societaria. Quando si parla di Maldini si parla, per la tifoseria, di un idolo, di un’entità che va sopra tutto un po’ come Totti a Roma o Del Piero alla Juventus. Nessuno, nemmeno la proprietà, ha mai messo in discussione l’operato di Maldini e Massara che hanno sempre agito dentro le linee guida indicate da Elliott. Poi la contrattazione, quell’abbozzo con Investcorp e il colloquio con Cardinale fino alla firma. Oggi i due dirigenti saranno a Milanello per il primo giorno di lavoro sul campo, mentre il loro dietro la scrivania prosegue.

Il nome caldo, degli ultimi giorni, è quello di Hakim Ziyech del Chelsea. Cresce l’ottimismo nella parte rossonera, ma va trovata la quadra con i blues e con il giocatore che prende 6 milioni netti all’anno (5.2 milioni di sterline). La formula sarebbe quella del prestito oneroso con diritto di riscatto, anche se un giocatore del genere, a mio avviso, va preso a prescindere da quando poi venga caricato a bilancio. È un “instant player” di altissima qualità, che alzerebbe il tasso tecnico della squadra andando a pareggiare, almeno nei titolari, il dislivello con la fascia sinistra.

Su Paulo Dybala c’è discussione, costruttiva, all’interno del Milan. È un campione, pochi dubbi, che farebbe probabilmente bene. Poi i dubbi, legittimi e giusti, sulla tenuta fisica e sulla collocazione tattica dentro il 4-2-3-1 di Pioli. La Joya, a oggi, ha richieste economiche alte, ma se gli intermediari dovessero chiamare Maldini e Massara dicendo che le condizioni sono cambiate, beh qualcosa potrebbe muoversi a meno che il Milan non decida di prendere in mano, con forza, il dossier per Charles De Ketelaere. Il belga è il crack potenziale del calcio europeo e per filosofia, forza attuale e potenziale (si sono un malato di Football Manager) può essere il 10 attuale e degli anni a venire del Milan. Investimento da 35 milioni per un giocatore che vuole fare la Champions e che è attratto dai rossoneri, così come Ziyech. In prospettiva futura, ci sono stati colloquio su un altro wonderkid di FM che è veramente forte ovvero Benjamin Sesko del Salisburgo. Incontro a Casa Milan con il suo agente e il suo nome non è una novità a Casa Milan visto che tre anni fa i rossoneri provarono a prenderlo, ma la Red Bull mise soldi pesanti in mezzo, accaparrandoselo.

Parlavamo delle novità al raduno: in primis ci sarà Yacine Adli tra i giocatori a disposizione di Pioli, ma ci sarà anche il 19 sul muro di Milanello e un lavoro quotidiano senza ritiro. I giocatori torneranno a casa al termine di ogni seduta d’allenamento. Novità anche per l’orario della prima sgambata, fissata alle 11.15, in totale controtendenza con il passato, ma il caldo c’è per tutti. Ci sarà l’esordio di Konami come kit sponsor mentre in mattinata verrà lanciata la prima maglia della stagione, bellissima e con un bel tricolore sul petto. Un titolo che soltanto grazie a un grande mercato il Milan potrà difendere.