Milan, non fermarti. Super Maignan e Tonali. Elliott, ora tocca a te

09.01.2022 00:00 di Andrea Longoni Twitter:    vedi letture
Milan, non fermarti. Super Maignan e Tonali. Elliott, ora tocca a te
MilanNews.it

Alle 12.30 una gara che riserva insidie e che va affrontata con lo stesso spirito di squadra della bellissima vittoria contro la Roma. La squadra di Pioli, oltre a dover fare i conti con una coperta ancora corta, ha avuto pochissime ore per recuperare energie e affronterà una formazione riposata, ma questo gruppo ha dimostrato di poter superare qualsiasi difficoltà. L'inizio dell'anno, in questo senso, è stato straordinario. A tratti si è rivisto il Milan di inizio stagione: per corsa, voglia e intensità. Oggi si aspettano conferme anche a Venezia, per continuare nel migliore dei modi un percorso che può regalare tante soddisfazioni al popolo rossonero. Chi non deve dare più risposte, su tutti, sono Maignan e Tonali.

Il primo ha definitivamente cancellato Donnarumma anche nella testa dei più scettici: fortissimo tra i pali e coi piedi, vero leader carismatico in campo e nello spogliatoio, oltre che persona dal profilo umano ed etico decisamente migliore rispetto al predecessore (cosa questa che non guasta). Il secondo, assoluto dominatore del centrocampo, è diventato leader tecnico della squadra: corsa, personalità, qualità e quantità, ha ereditato il ruolo di trascinatore dal Kessie della scorsa stagione. Sandro è anche un grande esempio di come a volte non sia un male spendere qualche milioncino in più per un giocatore. Vanno bene i prestiti, vanno benissimo le intuizioni low cost, ma in una squadra servono anche operazioni più dispendiose, per assicurarsi calciatori in grado di fare la differenza come pochi altri.

Questo è un messaggio anche a Elliott, con la speranza che l'esplosione di Tonali possa fungere da ispirazione anche in sede di calciomercato. La squadra sta facendo il massimo, Mister Pioli anche i miracoli viste le tantissime e costanti defezioni. Ora la palla passa alla Proprietà. Serve un investimento importante, per rendere questa squadra più competitiva e per provare ad arrivare fino in fondo. L'attenzione ai bilanci è sacrosanta, il futuro dev'essere all'insegna della sostenibilità: questo nessuno lo mette in discussione, anzi. Però qui si parla di investimenti, che possono fare bene in campo (che poi dovrebbe essere sempre l'obiettivo principale) ma anche tutto sommato al patrimonio. Tonali oggi vale molto di più di quanto è stato pagato, lo stesso si può dire per tanti altri. E allora ecco che uno sforzo mai come oggi sarebbe importante, perchè il popolo milanista vuole competere ma anche vincere.