Italia Femminile, qualificazione agli Europei raggiunta: 12-0 contro Israele

25.02.2021 00:48 di Manuel Del Vecchio Twitter:    Vedi letture
Fonte: tuttomercatoweb.com
© foto di Imago/Image Sport
Italia Femminile, qualificazione agli Europei raggiunta: 12-0 contro Israele

L'Italia femminile per essere sicura di partecipare all'Europeo del 2022 in Inghilterra doveva vincere segnando almeno due gol contro Israele. A Franchi la squadra di Bertolini però dilaga contro una squadra molto giovane e nettamente inferiore come quella biancoazzurra e va a segno per ben dodici volte, senza mai rischiare nulla, pur giocando l'ultimo quarto d'ora in dieci. Al fischio finale scatta così la festa con palloncini dedicati all'obiettivo raggiunto (ancora una volta a Firenze come per il Mondiale del 2019). L'12-0 infatti permette all'Italia di essere fra le tre migliori seconde, con Austria e Islanda, e volare in Inghilterra fra un anno e mezzo.

TUTTO FACILE PER L’ITALIA - Pronti via e l’Italia parte subito con il piede sull’acceleratore per sbloccare la gara e metterla in discesa. E dopo appena cinque minuti passano due volte contro una difesa israeliana che dimostra di avere diverse pecche e appare ingenua viste anche le tante giovani schierate in campo: al 3° è Giacinti a sbloccare la gara con tiro che passa sotto le gambe di Rubin, due minuti dopo tocca invece a Bonansea segnare il raddoppio approfittando di una mischia in area di rigore che evidenzia tutte le difficoltà delle avversarie nel contenere l’attacco azzurro. Al 10° è Girelli che cerca il gol con un colpo di testa su azione d’angolo che però risulta centrale con Rubin che blocca senza difficoltà. Pochi giri d’orologio dopo è ancora Giacinti a calare il tris: lancio di Rosucci per Cernoia che salta la diretta avversaria e mette il pallone sulla testa dell’attaccante del Milan che da due passi non sbaglia l’appuntamento con il gol.

POKER, ANZI POKERISSIMO - Al 18° arriva anche il poker, questa volta per merito di un errore della retroguardia avversaria che trasforma un’azione che sembrava terminata in un patatrac: David tocca indietro per Rubin che manca il controllo e vede il pallone finire in fondo alla rete. L’Italia gestisce e continua a cercare la rete contro un Israele che fatica tantissimo non solo a contenere le azzurre, ma anche a costruire azioni degne di nota. Dieci minuti dopo è Girelli a mettere la propria firma sul match con un colpo di testa da azione d’angolo che permette alla numero 10 azzurra di portare a 43 le reti personali con la Nazionale. Nel finale di tempo Giacinti e Bonansea sfiorano anche il sesto gol senza fortuna e con Rubin che si riscatta parzialmente di qualche indecisione precedente.

DILAGA L’ITALIA - Le azzurre continuano a spingere nonostante il larghissimo margine e nel finale trovano altre due reti: prima è Salvai, con la complicità della difesa avversaria, a chiudere il set, poi tocca a Rosucci, su rigore, portare a sette le reti delle padrone di casa.

L’ITALIA DA DIECI E LODE - Tre cambi per parte a inizio ripresa, ma non cambia il copione della gara con l’Italia che continua a macinare gioco e gol: al 54° infatti Sabatino conquista un altro calcio di rigore e lo trasforma con freddezza per l’ottava rete azzurra. Poco dopo prima fiammata di Glionna che mette in mezzo un pallone interessante che viene sporcato da Rubin impedendo a Giacinti e Bonansea di trasformarlo nella nona rete. Gol che arriva poco dopo l’ora con la neo entrata Caruso che di testa trasforma in gol praticamente il primo pallone toccato ancora una volta su un’azione d’angolo che mette a nudo tutti i limiti – fisici e tattici – delle avversarie. Tre minuti dopo arriva anche il gol della doppia cifra con Bonansea che va via sulla fascia, entra in area e serve Sabatino per il più semplice delle realizzazioni. A un quarto d’ora dalla fine arriva pure la nota negativa per la squadra di Bertolini con Giacinti che deve alzare bandiera bianca lasciando le sue compagne in inferiorità numerica a causa dell’esaurimento dei cambi. Nonostante l’inferiorità però l’Italia segna ancora: Giugliano serve Bonansea che davanti a Rubin segna la propria doppietta personale e l’undicesima rete azzurra. All'ultimo minuto c'è gloria anche per Giugliano che trova la rete del 12-0 su una respinta di Rubin su tiro di Sabatino.

Il tabellino:

Italia (4-3-3): Giuliani; Bergamaschi (dal 57° Di Guglielmo), Gama (dal 64° Caruso), Salvai, Bartoli (dal 45° Boattin); Cernoia, Rosucci (dal 45° Glionna), Giugliano; Giacinti, Girelli (dal 45° Sabatino), Bonansea. A disposizione: Schroffenegger, Durante, Linari, Fusetti, Tucceri Cimini, Serturini, Tarenzi. CT Bertolini

Israele (3-4-3): Rubin; Ozel, David. Shanab (dal 84° Zelikowitz); Michaeli (dal 45° Revaha), Sofer (dal 45° Seiden) , Sendel, Hazan; Shtainshnaider (dal 84° Rachamim), Selimhodzic, Avital (dal 45° Biton). A disposizione: A. Cohen, Beilin, Been, Faingezicht, Y. Cohen, Rantissi, , Sharabi, CT Burstein
Arbitra: Ivana Martincic (CRO)

Marcatrici: 3°, 12° Giacinti, 5°, 80° Bonansea, 18° aut. David, 29° Girelli, 44° Salvai, 45° rig. Rosucci, 54° rig., 69° Sabatino, 66° Caruso, 90° Giugliano

Ammonite: 24° Selimhodzic