Milan-Steaua 4-0, F. Galli a MN: "Avevamo una grande cultura del lavoro"

24.05.2019 16:49 di Thomas Rolfi Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Milan-Steaua 4-0, F. Galli a MN: "Avevamo una grande cultura del lavoro"

Filippo Galli, in campo da subentrato in Steaua Bucarest-Milan 0-4, ha parlato ai microfoni di MilanNews.it dei ricordi legati alla finale di Coppa dei Campioni del 1989: "La cosa impressionante fu la marea di gente che ci accompagnò dall'hotel di Barcellona fino al Camp Nou e che non permetteva al pullman di procedere e poi, ovviamente, lo stadio completamente a tinte rossonere che ci accolse come fossimo a San Siro. Poi il campo ci diede ragione nettamente, quella era una squadra che aveva una grande consapevolezza della propria forza. Era un gruppo con una cultura del lavoro unica, oltre a dei grandi valori tecnici. Poi tutto veniva quasi di conseguenza. C'era un'insieme di elementi, poi, che ebbero un ruolo fondamentale: c'era un allenatore che aveva portato nuovi metodologie di lavoro, un nuovo modo di pensare il calcio in Italia, una società organizzata ed una dirigenza che arrivava da una realtà aziendale. C'erano tutti gli elementi per fare bene. Non c'era, ovviamente, nessuna certezza di arrivare in cima al mondo, come aveva previsto il presidente Berlusconi, anche se era nelle nostre intenzioni".