Gazzetta - Milan, i piani di Redbird: tra strategie di rilancio e le conferme di Maldini e Massara

28.05.2022 08:48 di Pietro Andrigo Twitter:    vedi letture
Gazzetta - Milan, i piani di Redbird: tra strategie di rilancio e le conferme di Maldini e Massara
MilanNews.it

La Gazzetta dello Sport, in edicola quest'oggi, traccia le tappe del passaggio di proprietà del Milan da Elliot a RedBird. La Rosa, in particolare, traccia un'identikit di Gerry Cardinale, probabile e prossimo proprietario rossonero citando il suo passato, le sue passioni e le qualità dell'imprenditore amerocano. Sulle colonne della Gazzetta, in particolare si ribadisce la volontà di RedBird Capital di chiudere nei prossimi giorni al fine di poter pianificare i piani per il futuro rossonero, a breve e medio termine. Per mettere mano a tutte queste decisioni, la trattativa ha bisogno di un'accelerata e le volontà di Cardinale lo confermano. Secondo la Gazzetta nei giorni scorsi il patron di RedBird Capital è volato a Milano per visionare in prima persona l'area di Sesto San Giovanni in cui potrebbe sorgere il nuovo stadio di proprietà del club. Un nuovo impianto per il Milan che è fondamentale per le strategie del gruppo americano che, negli ultimi anni, ha saputo mostrarsi come lungimirante e visionario nel mondo dello sport. 

Tra i protagonisti di Red Bird, oltre a Cardinale si può citare Alec Scheiner. Dopo un importante passato nella Nfl, l'ex Vice Presidente dei Dallas Cowboys poi presidente dei Cleveland Browns è diventato un punto di riferimento degli investimenti nello sport di RedBird Capital. Supervisore della partnership con Fenway Sports Group, Scheiner fa parte del consiglio d’amministrazione del Tolosa e potrebbe avere un ruolo simile anche in casa Milan. Il brand “AC Milan”, per Redibird, ha tutte le carte in regola per farepuò fare il salto di qualità e può farlo tramite queste tappe: massimizzare i revenue puntando su un marchio di grandissima qualità con le strategie mediatiche utilizzate anche per gli altri investimenti sportivi, rifacendosi alla XFL, la neonata lega di football concorrente della Nfl o al network YES, la media company che detiene i diritti televisivi locali, per l’area metropolitana di New York, di Yankees e Nets. 

In una recente intervista, Scheiner ha dichiarato che «I più grandi brand dello sport mondiale e i più piccoli hanno una cosa in comune, a differenza di altri business ovvero che non perdono i propri “clienti’. Chi tifa per una squadra rimane suo tifoso a vita». L'obbiettivo di Redbird quindi è di Fidelizzare il Milan fan a livello mondiale.

 L’ufficio di RedBird Capital al 16° piano di un bellissimo palazzo sull’angolo della 61st Street - si legge sulla Gazzetta - presenta al suo ingresso due statue molto particolari, quella di Iron Man e quella di Hulk che testimonia la passione per i supereroi Marvel di Gerry Cardinale. Altri due reroi dei Milan neo campione d’Italia però aspettano notizie dai futuri proprietari del club: i rinnovi di Paolo Maldini, direttore dell’area tecnica, e Ricky Massara, direttore sportivo, sono un passo fondamentale nella programmazione del Milan del futuro, anche per questo RedBird sa che deve chiudere il prima possibile.